Il ritorno di Pjaca non è più una chimera irraggiungibile

Prima o poi doveva finire. Si sapeva che ci sarebbe stato tanto da aspettare, da essere pazienti e da non demordere. Oggi in conferenza stampa Allegri ha risposto ad una domanda su Pjaca, affermando che nelle prossime giornate metterà a referto minutaggio prezioso con la Primavera. Questo sarà un passo decisivo per capire quanto sia arruolabile il talentino croato, infortunatosi in nazionale nel marzo scorso. Un’assenza che aveva pesato molto visto il dispendio di energie degli attaccanti che erano arrivati alla finale di Cardiff con la spia della riserva accesa.

Pjaca andrà a giocare in una Primavera dal morale abbattuto dalle continue prestazioni deludenti e dal recente 4-1 patito in Youth League contro lo Sporting a Vinovo. La manovra offensiva della squadra di Dal Canto è sempre apparsa vuota e inconcludente, come se dovesse dipendere tutto da qualcuno che prende l’iniziativa. Pjaca potrebbe scaricare tutta la sua rabbia e voglia di pallone nella Primavera portando buone risposte sia a sé stesso che ad Allegri. Il ritorno è ad un passo, mancano pochi giorni prima di rivederlo tra i convocati. Dopo di ché nascerà un nuovo dilemma: che ruolo può avere Pjaca in una squadra che conta Cuadrado, Douglas Costa, Bernardeschi, Dybala e Higuain?

Ma è troppo presto per pensarci: adesso testa bassa e pedalare. Finalmente.