RELIVE | Ramsey: “Mi sento pronto, non vedo l’ora di iniziare questa sfida”

Aaron Ramsey in tribuna
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Alle 14.30 Aaron Ramsey ha parlato in conferenza stampa, ecco le sue parole.
“Sono felicissimo di essere qui alla Juventus e sto studiando l’italiano. Quando ho sentito che la Juve era interessata a me, uno dei club migliori del mondo, non ho battuto ciglio. Era sicuramente un grande sogno venire qui, sia per stile di vita che per cultura, sperando che tutto vada bene. Sono preparato a quest’idea e non vedo l’ora di abbracciare questa sfida“.
Parlando di John Charles, spiega: “Non sono in contatto con la sua famiglia, ma lui è una leggenda, soprattutto per tutti i gallesi. Un giocatore da cui traggo ispirazione, ha lasciato un segno in questo club e significa tanto. Spero di seguire le sue orme e spero di poterlo emulare”.
Su Sarri e i compagni: “La squadra mi ha riservato un ottimo benvenuto, ho parlato con Sarri, molto accessibile e alla mano, non vedo l’ora di cominciare a lavorare per raggiungere gli obiettivi di questa stagione e darò il mio contributo”.
Riguardo l’infortunio: “Faccio progressi, lo affronto giorno per giorno, ma deciderò più avanti per la tourneé, sono fiducioso di recuperare“.
Sul ruolo: “Mi piace sia fare gol che fare assist, ma soprattutto aiutare la squadra creando occasioni. Mi piace essere vicino all’area, ma attenderò gli allenamenti per capire le aspettative di Sarri”.
Riguardo l’interesse di altre squadre italiane prima della Juve:Non ho titubato quando la Juve mi ha scelto, anche se c’erano state altre squadre interessate”.
Sulla n.8 di Marchisio: “Volevo il n.8, era libera e l’ho presa. Marchisio è un giocatore fenomenale e gli ho parlato in un paio di occasioni, spero di emulare le sue gesta e sono pronto a sostenere il peso di questo numero. Voglio giocare un calcio che sia più bello possibile, ma alla fine ciò che conta è vincere, in qualsiasi modo“.
Impressioni su Sarri: “Ha fatto una stagione eccezionale, spero possa portare lo stesso contributo qui”.

Francesco De Ruvo