Juventus, a tutto CR7: “Qui mi sono adattato perfettamente. Futuro da allenatore? Non escludo nulla…”

Cristiano Ronaldo
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Cristiano Ronaldo si è raccontato ad ICON, rivista di El País, parlando della sua prima stagione in bianconero e raccontando alcuni aneddoti sulla propria folgorante carriera: “La prima cosa che faccio quando arrivo in una nuova squadra è essere me stesso. La mia etica è sempre la stessa: essere umile e sapere di non conoscere tutto. Se sei intelligente, ottieni piccole cose che ti migliorano come atleta. Qui alla Juve mi sono adattato perfettamente, hanno visto che non sono un venditore di fumo”.

Le pressioni sin da ragazzino e il futuro prossimo. Ecco Ronaldo in una versione inedita: “Ho sentito la pressione sin dalla tenera età. Arrivai a Madrid da giocatore più costoso della storia. A Manchester, dopo il primo Pallone d’Oro a 23 anni, la gente pensava già “Guarda, questo deve essere al top”. Negli ultimi 10 anni ho avuto pressione extra. Futuro da allenatore? Non lo escludo”.