Milinkovic-Savic verso Torino: l'ultimo colpo di Marotta

Milinkovic-Savic verso Torino: l’ultimo colpo di Marotta


“Quando si tratta di calciomercato, è tutto un chiacchierare dal quale bisogna sottrarsi il giusto e asciugare il giusto”. Queste le parole di Luca Momblano sulla capacità del giornalista di fare mente locale e conoscere la natura del materiale che sta maneggiando, cosa c’è dietro e cosa non ha ancora reperito.

L’ULTIMO REGALO DI MAROTTA

L’analisi del giornalista parte dal caso Sergej Milinkovic-Savic, centrocampista della Lazio, una delle due missioni principali dell’ex amministratore delegato Beppe Marotta a ridosso dell’estate. La valutazione di Milinkovic pre-Mondiale non è mai scesa sotto i 150 milioni di euro ed invece per Milinkovic post-Mondiale, Lotito ha, in maniera evidente, aperto a possibili club che potessero arrivare a questa cifra grzie a corposi bonus “facilmente raggiungibili”.

Alla fine il serbo è rimasto, rinnovando in bianco celeste a poco più di 3 milioni a stagione. C’è però un seguito alla chiusura del calciomercato ed è stato concluso da Marotta a metà settembre: il dialogo con la Lazio ha portato dei frutti. Juventus e Lazio, attraverso la parola dei due dirigenti sarebbe stato raggiunto un accordo di massima che consegna un potere di acquisto da parte della Juventus esercitabile a partire da gennaio 2019 per acquisire le prestazioni sportive di Milinkovic-Savic.

Si tratterebbe quindi di un accordo piuttosto specifico, con un pagamento di 110 milioni in tre esercizi, probabilmente non vincolante ma sicuramente significativo. Un accordo che si presume possa continuare, passando dunque tra le mani di Paratici il quale potrà agire come meglio ritiene.

Momblano conclude osservando quanto il discorso Pogba sia parallelo ma sovrapponibile, e quanto in futuro potrà incidere in modo significativo sulle intenzioni della Juventus rispetto ad un giocatore entusiasmante come Milinkovic-Savic.