Corri Juan, corri! Un sali e scendi infinito che confonde persino la Signora

Corri Juan, corri! Un sali e scendi infinito che confonde persino la Signora


Frosinone-Juventus è stata una partita complicata. Lo è stata per la Vecchia Signora, tutta, ma per un giocatore in particolare: Juan Cuadrado. Il colombiano in veste di terzino, al posto di Cancelo, dovrebbe diventare oggetto di studio scientifico dopo la gara di stasera.

CORRI JUAN!

Corre l’ex numero 7 bianconero, corre e lo fa senza sosta. Sembra un treno, non si risparmia, ma in che direzione va? Probabilmente non lo sa nemmeno lui. Si nota dal suo sguardo che si sente impacciato, insicuro, in un ruolo scomodo da ricoprire. E la prova concreta arriva quando, finalmente, dopo tanto correre, si arriva al cross: è più facile ricordare Il 5 maggio di Manzoni a memoria che un suo cross andato a buon fine. Forse è proprio per la tanta corsa e i tanti polmoni lasciati sul prato verde che, al momento più importante, la lucidità viene a mancare. Se i suoi limiti difensivi erano noti, quelli offensivi davvero ci sembrano quasi un fenomeno fantascientifico. Cuadrado è sempre stato in grado di spaccare le partite, di dividere i muri difensivi delle squadre avversarie non solo con la sua velocità ma anche col dribbling e con un tiro insidioso. Oggi, dopo la gara dello Stirpe, pare quasi che anche i suoi piedi siano diventati “cuadradi”. Pessimi giochi di parole a parte, si nota che in quel ruolo, lui più di tanto non regge. Con un João Cancelo che poi è entrato al suo posto e ha davvero fatto la differenza questa teoria prende sempre più forma. Si rischia, insistendo con questo “esperimento”, di bruciare energie fisiche e mentali, oltre che non sfruttare per niente le qualità tecniche di un giocatore che tanto ha fatto la differenza in passato. Lo sa benissimo Allegri, che cerca sempre di esaltare le doti dei suoi giocatori, motivo per cui è facile pensare che Cuadrado terzino possa presto essere accantonato. Beh, quantomeno dovrebbero sperarlo i tifosi bianconeri dopo la prestazione di oggi.

C’è comunque da salvare la sua voglia di correre, di salire e scendere incessantemente per tutta la fascia: ma stasera c’è stata praticamente solo quella. Corri Juan, corri! Ma non così a vuoto.