ESCLUSIVA - Milan avanti nella (difficilissima) corsa a Savic: la situazione

ESCLUSIVA – Milan avanti nella (difficilissima) corsa a Savic: la situazione


La Juventus, agli occhi di tutti, coltiva e continuerà a coltivare il sogno Milinkovic-Savic. Il serbo piace, e non poco, alla dirigenza bianconera. Il centrocampista biancoceleste, infatti, è seguito da tempo da Marotta e Paratici, tuttavia rimane una pista difficilmente praticabile per prezzo del cartellino e mancata cessione di Pjanic.

MILAN AVANTI NELLA CORSA, MA OCCHIO ALLE SORPRESE 

Il Milan, nonostante le smentite di rito di Leonardo, è avanti nella corsa al serbo. Il nuovo e bravissimo DT rossonero, infatti, sogna Savic da tempo. Qualche mesetto fa disse: “Se fossi un dirigente di qualsiasi squadra il primo calciatore che comprerei in Italia sarebbe senza dubbio Milinkovic”. A queste si aggiunge un indizio, più che una prova, lasciato nel corso delle conferenze di presentazione prima di Maldini: “Sogno impossibile“, poi di Reina: “Trattativa difficile“. Con quel sorriso di chi la sa lunga. E vuole nascondere. Senza dimenticare che Leonardo è allievo di Galliani.

Veniamo al dunque, però: il Milan sta smantellando, da Locatelli a Silva, passando per le sempre più probabili cessioni di Montolivo e Bertolacci. Chiusa l’operazione Bakayoko, numeri alla mano il cc rossonero ha bisogno di almeno un altro innesto. Il nome, o meglio sogno, è Savic. Operazione impossibile? Tutt’altro: Elliot i soldi li ha, anche in abbondanza, il problema maggiore resta la formula per aggirare il ffp. Servirebbe un prestito iper-oneroso con diritto di riscatto. In pratica un obbligo camuffato, stile Higuain.

E LOTITO?

Il numero uno della Lazio ha più volte ribadito che Savic non è incedibile ma costa. E pure tanto. 120-130mln almeno. Ripetiamo, il Milan non ha problemi di soldi. Ha problemi con la Uefa e i paletti imposti (anche se non sono messi per iscritto, sono più delle promesse fatte dai rossoneri alla Uefa). In più il Presidente delle aquile ha ribadito che non avrebbe accettato prestiti onerosi o contropartite. Il gioco della parti, senza ombra di dubbio. Col ManUtd fuori dai giochi, resta il Real, che, però, non ha mai approfondito il discorso più di tanto. Lotito vorrebbe un’asta per alzare il prezzo ma, al momento, al fare sul serio è solo il Milan, con la Juve che osserva la situazione.

PROBABILE OFFERTA ROSSONERA

Un prestito iper oneroso da 40mln più una contropartita come Bonaventura, Borini o scelta della Lazio e un diritto di riscatto da 50-60. I giorni sono pochi, la resistenza di Lotito sarà dura da superare, anche per un fondo come Elliot.

Resta il fatto che i rossoneri ci stanno provando con forza, giocando tutte le loro carte, compresa quella di Paolo Maldini. I soldi ci sono, Lotito sa da dove vengono. Il neo è la formula. Le prossime ore saranno decisive. Un dentro o fuori che interesserà anche alla Juve. Perchè se Milinkovic dovesse rimanere, allora rinnoverà con la Lazio. E l’anno prossimo potrebbe partire l’assalto alla diligenza da parte di Marotta. Serve, però, respingere Leonardo, follemente innamorato del serbo, pronto a tutto per averlo al Milan.

Francesco Ricciardi

Loading...