“Imbarazzante”: Juventus, la frecciata per Allegri è incredibile

L’allenatore bianconero continua ad essere bersagliato dalle critiche, anche dopo la conquista della finale di Coppa Italia

Il momento che sta attraversando la Juve non è certo dei migliori. Nelle ultime tre partite, tra campionato e coppa, sono arrivati 2 pareggi e 1 sconfitta. Un rendimento negativo che prosegue da tre mesi, dopo il pareggio interno contro l’Empoli per 1-1.

Prima di quella partita gli uomini di Allegri si trovavano, alla vigilia dello scontro diretto di San Siro contro l’Inter, in solitaria in testa alla classifica, dopo la vittoria per 3-0 contro il Lecce al Via del Mare. Nelle successive 12 partite, infatti, sono arrivate, in campionato solamente 2 vittorie, contornate da 6 pareggi e 4 sconfitte. Dal primo posto si è scivolati alla terza posizione, a -22 dalla vetta occupata dall’Inter, e a +2 dal Bologna, momentaneamente quarto.

Un trend che, inevitabilmente, ha portato a delle valutazioni della guida tecnica di Allegri, che difficilmente sarà l’allenatore, anche il prossimo anno. Per rimanere sulla panchina bianconera servirà riavvicinarsi al Milan, che alla vigilia della partita dello Stadium dista 5 punti, e vincere la Coppa Italia, riportando un trofeo in bacheca dopo 3 anni.

Cristiano Giuntoli, in questo senso, si sta già muovendo e ha individuato in Thiago Motta il profilo ideale per sostituire l’attuale tecnico.

“Non è vero che il risultato è l’unica cosa che conta”: affronto pesante contro Allegri

Questa seconda esperienza di Allegri sulla panchina bianconera ha sicuramente minato alla reputazione nazionale e internazionale del tecnico che, in particolare in questa stagione, è stato più volte bersagliato da diversi opinionisti.

L’ultima in ordine cronologico arriva dagli Stati Uniti, dopo la sconfitta contro la Lazio, dall’ex centrocampista di West Ham e Aston Villa, Nigel Reo-Coker. Intervenuto alla trasmissione Sport Golazo della CBS, l’ex Premier League si è scagliato contro il tecnico della Juve: “La Juve è imbarazzante da guardare. La vedi giocare e pensi che siamo nell’era dei dinosauri”.

Accuse pesanti da parte dell'ex Premier League
Nigel Reo-Coker si scaglia contro Allegri e il gioco espresso dalla Juve (lapresse) spazioj.it

Inoltre, ha affermato che non è vero che vince è l’unica cosa che conta, ma bisogna avere anche un elemento di stile e di soddisfazione, visto che si tratta di un club dove c’è sempre stata una mentalità vincente. Infine, conclude la considerazione con un paragone con l’Inter di Inzaghi: “È una squadra compatta che ha un buono stile di gioco e si esalta attraverso il collettivo. Nella Juve invece tutto spesso legato a spunti individuali“.

Allegri sarà chiamato a rispondere a queste accuse sabato contro il Milan, alle 18 allo Stadium, per cercare di riavvicinarsi al quarto posto e allontanare il Bologna.

Impostazioni privacy