Viareggio Cup, basta una rete di Kulenovic per conquistare la semifinale

La Juventus Primavera di Alessandro Dal Canto continua il suo percorso alla Viareggio Cup conquistando la semifinale.
Dopo la convincente vittoria sulla Rappresentativa Serie D, i giovani bianconeri hanno la meglio anche dei croati del Rijeka (già affrontati alla prima giornata dei gironi). Decide l’incontro la rete di Sandro Kulenovic a inizio partita: la numero sei in cinque uscite per l’attaccate croato.

LA FORMAZIONE

Mister Dal Canto sorprende nella scelta degli undici iniziali: gioca Nicolò Fagioli, il talento classe 2001 protagonista in Under 17. In difesa torna Vogliacco nel ruolo di terzino destro, terzetto di centrocampo confermato.
Vogliacco, Delli Carri, Capellini e Zanandrea difendono la porta di Loria; in mezzo Merio, Fernandes e Muratore; tridentte offensivo composto da Del Sole, Kulenovic e Montaperto.

PRIMO TEMPO

Parte fortissimo la Juve dimostrando di essere entrata in campo con il piglio giusto e al minuto numero sette passa in vantaggio. Vogliacco pennella un cross tagliente dalla trequarti per Kulenovic che, come un rapace, si avventa sul pallone e di testa indirizza verso il secondo palo bruciando sul tempo il portiere avversario. Straripante periodo di forma del centravanti croato giunto alla sesta rete in cinque apparizioni al torneo di Viareggio.
Ancora bianconeri pericolosi al 21° con Fagioli: il fantasista si mette in proprio e mette in mostra il suo marchio di fabbrica calciando a giro verso il montante lontano, il pallone termina a lato di un niente.
Prende ritmo anche Del Sole che prima calcia col suo mancino sfiorando il raddoppio, poi imbecca Muratore la cui conclusione viene in qualche maniera respinta dall’estremo difensore croato.
Una Juventus assolutamente in controllo del match chiude dunque in vantaggio di una rete la prima frazione.

SECONDO TEMPO

Così come ha finito, Del Sole rientra in campo con la volontà di chiudere definitivamente la questione Rijeka. Al quarto d’ora lascia partire un tiro mancino da fuori area che si stampa sul palo per poi terminare sul fondo.
L’ala ex Pescara ci prova anche due minuti più tardi calciando col suo sinistro alto sopra la traversa: poca precisione al tiro ma grandissima prestazione del talento classe 1998.
Dal Canto dà il via alla consueta girandola di cambi inserendo Serrao, Montaperto, Morachioli e Morrone. Dopo un’ora di quasi totale dominio, la Primavera bianconera gestisce l’ultima parte di gara rischiando però la beffa nel finale. La difesa si perde Crnko a centro area servito da un cross dal fondo, ma l’attaccante del Rijeka calcia incredibilmente sul fondo a pochi metri da Loria.
Questo l’unico brivido della partita per i ragazzi di Dal Canto che volano in semifinale grazie alla rete di Kulenovic.

SEMIFINALE

Una grande prestazione di squadra porta la Juventus Primavera tra le migliori quattro formazioni del torneo di Viareggio. Ora i giovani bianconeri attendono la vincente di Fiorentina-Sassuolo per capire quale delle due sarà l’avversario da affrontare nella gara in programma lunedì pomeriggio.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy