Bonucci: “Milan in crisi? Alla Juventus è successo dopo Berlino”

Dopo un avvio di campionato turbolento sotto la guida di Vincenzo Montella, il Milan sta riprendendo quota in classifica grazie al tecnico Gennaro Gattuso e agli uomini di esperienza dello spogliatoio rossonero. Il capitano del Milan, Leonardo Bonucci, nell’analizzare la situazione relativa alla sua squadra ha parlato, ancora una volta, della Juventus. Ecco le sue parole.

PARLA BONUCCI

Sulla decisione di lasciare la Juve e venire al Milan. “Quando ti abitui a giocare nell’Europa importante fare un passo indietro è difficile. Ma ciò che mi ha convinto del Milan è stato il progetto, l’entusiasmo, ritrovato ora: siamo in corsa per 2 competizioni, possiamo dire la nostra”, ha spiegato Bonucci. Alla Juve la crisi è arrivata post Berlino, noi singoli non riuscivamo ad aiutarci. È successo un po’ anche al Milan, difficile mettere insieme i nuovi acquisti in poco tempo: in questo Gattuso è stato determinante, la fiducia nei compagni ti porta a dar tutto”.

Messi o Cristiano Ronaldo? Se sono in giornata tu puoi essere al 110% ma non li fermi mai. Sono i più forti al mondo per me è stato un piacere affrontarli, ma sono davvero tosti. Idolo? Nesta. Esempio di eleganza e personalità“, ha concluso Bonucci.

Luca Piedepalumbo

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy