Juventus Inter: vincere avrebbe un'importanza prima di tutto psicologica

Juventus – Inter: vincere avrebbe un’importanza soprattutto psicologica


Juventus Inter: vincere per la testa – Nel giro di 8 giorni, la Juventus si trova a giocare due volte contro la prima in classifica. Venerdì scorso era il Napoli, sconfitto al San Paolo grazie ad un capolavoro tattico di Allegri e al gol di Higuain. Stasera è l’Inter di Spalletti, che arriva allo Stadium da imbattuta (come lo era anche il Napoli prima di venerdì) e con una grande dose di entusiasmo dalla sua parte.

Se la Juventus dovesse riuscire a vincere anche oggi, però, manderebbe un segnale chiaro al campionato: niente pancia piena, niente equivoci tattici o di spogliatoio, ma una manifesta superiorità soprattutto nei confronti delle rivali più accreditate. Ecco perché stasera, prima che per la classifica, vincere conterebbe principalmente per una questione psicologica.

JUVENTUS INTER: VINCERE PER SPEZZARE LE GAMBE

Metaforicamente parlando, s’intenda. La Juventus si è più volte dimostrata brava nel tarpare le ali di chi puntava alla gloria, nel far abbassare i toni a chi li aveva alzati prima del tempo, arrivando a trionfare al momento giusto, senza inutili proclami iniziali.

I bianconeri avranno bisogno di un’altra grande prestazione per superare la concorrenza di questa Inter, ma le motivazioni potrebbero far tanto: passare in una settimana da “vittima sacrificale” a carnefice delle ex possibili carnefici significherebbe – per l’ennesima volta – fare un pieno di maturità.

E la Juventus di Allegri ha già abituato gli addetti ai lavori a farsi definire tale: non è oggi il momento di smentirli.