Higuain, è arrivata l'ora di sbloccarsi: il Pipita scalpita

Higuain, è arrivata l’ora di sbloccarsi: il Pipita scalpita


È arrivata l’ora di sbloccarsi e di mettersi a fare sul serio. Da Torino riportano di un Gonzalo Higuain mai visto così concentrato e desideroso di gol. L’ultimo è arrivato l’1 ottobre, a coronamento di una buona 3 giorni tra Olympiakos e Atalanta. Troppo poco per l’Higuain che conosciamo, che è a solo 3 gol a stagione e che ha manifestato dei segnali di un non ottimale stato psicologico, come il clamoroso gol gettato al vento contro la Lazio.

È ARRIVATO IL MOMENTO

Ritornare alla normalità e cominciare a segnare con continuità deve essere il diktat per Gonzalo Higuain, che negli anni ha dimostrato di essere un bomber notevole. Alla sua prima stagione con la maglia bianconera, ha eguagliato il record di gol in una singola stagione (32) di David Trezeguet, dietro soltanto a Felice Borrell della stagione 1939-1940. Insomma, i gol sa farli e non sarà di certo un periodo negativo a fermarlo.

LA JUVE HA BISOGNO DEL VERO PIPITA

È necessario che Higuain ritorni a segnare proprio perché la Juventus non può fare a meno di lui. Senza i suoi gol, è soltanto Dybala la luce dell’attacco bianconero: ma dopo 10 gol in 6 partite, è ovvio che l’argentino abbia avuto un piccolo periodo di calo, in relazione al fatto che giocare così tanti match a questi ritmi è prettamente impossibile. Con un Dybala in forma non stratosferica, è Higuain che deve trascinare la Juventus a distanza di tiro dal Napoli e dall’Inter, bloccatesi a vicenda ieri sera. La Juventus lo aspetta, il Pipita non tradirà.