Lotito vs Keita: il patron vuole 30 milioni, l’agente spinge per un’alternativa

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Si vocifera addirittura di vie legali per risolvere il nodo Keita, ma ovviamente si tratta della possibilità più spiacevole e remota da percorrere per il presidente della Lazio Lotito. La situazione è spinosa: il giocatore è sulla lista dei partenti già prima della fine del campionato, ma la società, se proprio deve privarsene, lo vuole fare alle sue regole, ovvero a 30 milioni. Volendo, si può arrivare a 25 più 5 di bonus (che di fatto rimangono sempre 30, ma tant’è…). Il Messaggero rivela come lo scontro tra i rappresentanti del giocatore (che già da tempo ha fatto sapere di voler cambiare aria) e Lotito stia diventando sempre più un muro contro muro: ci sarebbe un pre accordo tra l’agente di Keita e la Juve che, al 30 agosto, verserebbe 15 milioni nelle casse biancocelesti; un affare che darebbe ottime percentuali al procuratore dell’attaccante e che garantirebbe una buona plusvalenza in caso di vendita. La cifra però, è ritenuta troppo bassa dalla Lazio, che, come scritto prima, non scende dai 30 milioni. Da qui il muro contro muro: se le due parti non giungeranno ad un accordo, Keita rimarrà alla Lazio, ma con ogni probabilità non verrà fatto schierare in campo. Una lotta lenta e logorante, che potrebbe avere un epilogo in breve o in tardissima scadenza, tutto dipende da chi riuscirà a fare il primo passo in avanti: è chiaro che a nessuna parte coinvolta (Juventus compresa) può interessare questa battaglia sfibrante. Intanto, il giocatore è stato convocato per l’amichevole di oggi contro la matricola Spal, ma non partirà da titolare; altro segnale di gelo tra Keita e Lotito, che aspettano di risolvere la questione senza fretta, quella che, adesso, eviterebbe una guerra psicologica che si protrae da molto tempo.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook