Sette spose per due posti a centrocampo: chi può essere silurato a fine stagione

Sette spose per due posti a centrocampo: chi può essere silurato a fine stagione


Ci sono solo due posti disponibili per il centrocampo della Juventus: questo è quello che succede quando Max Allegri ha deciso il famoso cambio modulo, il 4-2-3-1. La stagione era nata con il 4-3-3, spesso si tornava al vecchio 3-5-2, e i centrocampisti abbondavano in lungo e in largo. Adesso però, non c’è più bisogno di così tanta gente in mezzo al campo: se Pjanić, Khedira e Marchisio (ovvero i più titolari tra i centrocampisti in rosa) non dovrebbero essere ceduti, con l’arrivo di Bentancur (dalla prossima stagione) si devono definire le posizioni dei giocatori che giocano di meno, ovvero Sturaro, Lemina, Mandragora, e Rincón. Andiamo a vedere chi tra questi è il più candidabile ad una cessione.

STEFANO STURARO

L’uomo delle partite importanti (Real Madrid, Bayern Monaco ma anche i quarti di finale con la Germania negli ultimi europei) è crollato nella considerazione di Allegri: se prima poteva essere schierato titolare in partite importanti (come quella con la Roma ad esempio), oggi è quello che sta soffrendo di più il cambio di modulo. Di fatto, le poche apparizioni fatte recentemente sono state tutte come esterno, ruolo certamente non suo. Sturaro però, è un giocatore che ascolta il mister, ed esegue senza fiatare ogni suo ordine (in campo!). Questo lo rende estremamente duttile e prezioso, e se consideriamo il rinnovo del contratto fino al 2020, molto difficilmente lo vedremo andare via.

ROLANDO MANDRAGORA

La parola d’ordine di questo ragazzo è sfortuna. 19 anni e già all’attivo più di un anno fuori dai campi per infortunio. Genoa e Pescara hanno creduto in lui, facendolo crescere esponenzialmente. Alla Juve si è visto solo nel finale contro il Genoa, ma Gigi De Biagio, allenatore under 21, lo ha convocato recentemente, nonostante la lunghissima assenza, e lo ha schierato al centro, sia a centrocampo che in difesa. Si parla di voci che lo vogliono in prestito al Sassuolo, una piazza che lo valorizzerebbe senza alcun dubbio, ma vuole Allegri privarsi di un “piccolo” jolly classe ’97?

MARIO LEMINA

Il gabonese è arrivato alla Juve sperando di diventare un titolarissimo: le premesse erano quelle di chi avrebbe preso il posto di uno tra Pirlo, Pogba e Vidal. Ha fatto tanta panchina aspettando il suo momento, ma anche ora che quei tre sono andati via, la panca è ancora la sua destinazione più “destinata”. Allegri lo ha provato in tante salse: regista, mediano, incontrista; di recente ha provato anche a piazzarlo esterno al posto di Cuadrado, ma Mario non riesce proprio a convincere il suo allenatore. Lemina attualmente ha un valore di 8 milioni: con un’offerta adeguata è un candidato a lasciare la squadra bianconera.

TOMÁS RINCÓN

RincónL’unico acquisto di Gennaio è stato proprio il venezuelano, chiamato a tappare il buco lasciato da Hernanes. In questi mesi è stato utilizzato più spesso di quello che si pensava, scalzando nelle gerarchie Sturaro e Lemina. Ciò nonostante, la sensazione è che si possa fare a meno di lui nella prossima stagione: non si è reso indispensabile per la squadra, e l’età vicina ai 30 anni può essere un deterrente. Pagato 8 milioni, riuscirà la Juve in una difficile plusvalenza?

Loading...