Marotta: "Non sarà sfida tra Davide contro Golia"

Marotta: “Non sarà sfida tra Davide contro Golia”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

A pochi minuti dal fischio d’inizio di Juventus-Barcellona ha parlato ai microfoni di Premium Sport il direttore generale Giuseppe Marotta. Diversi i temi trattati, ovviamente il tema principale è la sfida meravigliosa di Champions League contro i catalani.

Juventus-Barcellona, parla Marotta

“Certamente in queste partite rimane un ricordo diverso, è normale che ci sia emozione nei calciatori e nei dirigenti. Abbiamo però la consapevolezza di potercela giocare contro una grande squadra alla pari. Sappiamo che il Barcellona è sempre molto propositivo in fase offensiva, non andranno aldilà del timore giusto verso la Juve. Non si tratta di Davide contro Golia, sarà una sfida ad armi pari. Questo ciclo di Andrea Agnelli è iniziato in sordina, la società poi è cresciuta piano piano sia a livello economico che di risultati, ora siamo tornati al livello che compete a questa società. Ce la giocheremo con il Barcellona, sappiamo di essere alla pari a livello tecnico, anche se non siamo ancora arrivati a loro livello come bilancio. Non credo che sia diminuito il livello del Barcellona nonostante non sia cambiata la squadra, rispetto a Berlino la Juve ha trovato una sua consacrazione e si è consolidata in campo con alcune scelte che hanno alzato ulteriormente il livello della squadra. In realtà ad inizio stagione questa non era la formazione base, ma sul mercato abbiamo cercato giocatori eclettici come Pjanic e poi è stato bravo l’allenatore a trovare il sistema giusto, è importante in Europa essere offensivi e questo modulo è molto offensivo”

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy