Resoconto Serie A: un Gomez stellare abbatte il Grifone. Sprofondano i rosanero

Resoconto Serie A: un Gomez stellare abbatte il Grifone. Sprofondano i rosanero


Dopo gli anticipi del sabato (Sassuolo-Lazio e Roma-Empoli), ecco tutte le gare pomeridiane della trentesima giornata di Serie A.

 

ORE 12.30:

TORINO-UDINESE 2-2

Pareggio tra Toro e Udinese. La gara si sblocca dal secondo tempo, con Jankto che segna al 50′, con Perica che lo segue 18 minuti dopo. I granata rialzano la testa con Moretti al 70′ e il Gallo Belotti che trova il pari all’83’.

 

ORE 15.00:

CHIEVO-CROTONE 1-2

Il Crotone si conferma bestia nera per il Chievo. Come all’andata, anche il ritorno è negativo per Maran. Il Crotone trova la sua seconda vittoria con i gol di Ferrari al 51′ e di Falcinelli all’82’. Inutile il gol del momentaneo pareggio di Sergio Pellissier, al 57′.

PESCARA-MILAN 1-1

Gara combattutissima tra gli uomini di Zeman e Montella. La partita si apre clamorosamente in favore della squadra di casa con lo svarione Paletta-Donnarumma, che porta all’autogol del difensore rossonero al 12′. A pareggiarla ci pensa poi Pasalić al 41′ a rimetterla in pari.

 

GENOA-ATALANTA 0-5

Il Grifone viene abbattuto. A farlo ci pensa la Dea, con i suoi arcieri: Gomez, Conti e Caldara. I rossoblu sono praticamente annichiliti dalla squadra di Gasperini, che passa in vantaggio al 25′ col terzino atalantino, e che aumenta il vantaggio con Gomez che segna sia al 32′ che al 63′. A chiuderla ci pensano poi il futuro bianconero Mattia Caldara, al 76′ e ancora Gomez all’83’.

 

FIORENTINA-BOLOGNA 1-0

Vittoria di misura per la Viola di Paulo Sousa. A deciderla è el Khouma Babacar, entrato al 46′ al posto di Nikola Kalinić. Gli bastano 5 minuti per incidere e decidere il match.

 

PALERMO-CAGLIARI 1-3

Profondo rosso per il Palermo. Una sconfitta pesantissima, quella subita in casa contro il Cagliari. I rosanero vanno in vantaggio con Giancarlo González al 26′, ma vengono poi travolti totalmente: Ioniță al 48′, Borriello dieci minuti dopo e ancora Ioniță nel finale. 

Loading...