Diego Lopez: “Domani cercheremo di giocare la palla. Fu Allegri a dirmi che…”

Juve
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Con l’arrivo di Diego Lopez, sembra che il Palermo possa ancora sperare in una salvezza tutt’altro che semplice. L’allenatore uruguaiano ha fin qui collezionato, in tre panchine con i rosanero, una vittoria, un pareggio ed una sconfitta. Sono punti pesantissimi, perché arrivano in un San Paolo che difficilmente concede punti, e in casa contro il Crotone, diretta concorrente per la salvezza. La media è attualmente di 1,33 punti, grazie alla quale si potrebbe raggiungere una permanenza in A più che tranquilla. Ma domani il Palermo visiterà la Juventus: da 27 partite consecutive ormai nessuna squadra riesce a strappare punti allo Stadium. Ecco perché l’allenatore mette in guardia i suoi ragazzi. E lo fa così.

PARTITA AFFASCINANTE

«Contro la Juventus è bello giocare, è una gara importante ed affascinante. Dovremo fare la nostra partita senza paura, provando a muoverci meglio in campo per dettare i passaggi e aprire gli spazi. Dobbiamo avere un pensiero unico, anche domani: quello di giocare la palla».

LOPEZ-ALLEGRI: LA PROFEZIA

Domani sera Diego Lopez ritroverà sulla panchina opposta Max Allegri, suo ex allenatori ai tempi del Cagliari. I due conservano ancora oggi un ottimo rapporto.

«Sarà un piacere ritrovarlo. Parlavamo tanto, ed è stato lui a dirmi che sarei diventato un allenatore».