LE PAGELLE/ Cagliari-Juve: Higuain diventa "Cassazione", Rugani è veramente un classe '94?

LE PAGELLE/ Cagliari-Juve: Higuain diventa “Cassazione”, Rugani è veramente un classe ’94?


Un altro 2-0, l’ennesimo 2-0. Sembra quasi un risultato scritto, niente goleade, ma “solo”, si fa per dire, una grande puntualità. Anzi una puntualità quasi disarmante. La Juve va a +7 sulla Roma con una prestazione autorevole che esalta ancora una volta gestione, tempismo e maturità della squadra di Max Allegri. Spiccano l’eterno giovane Buffon, un recuperato Marchisio e un Higuain in versione “Cassazione”.

BUFFON 7 – Un tiro, una parata. Spettacolare, dopo 70′ di nulla, fa un gesto da Campione, con la C maiuscola, con l’aggravante “dell’inattività” che rende tutto notevolmente più difficile. Serve dire altro? Ah sì, Gigi da che pozzo peschi la pozione dell’eterna giovinezza!

LICHTSTEINER 6.5 – Da escluso a titolarissimo, continua l’ascesa di Stephan Lichtsteiner, che poi altro non è che un riappropriarsi di ciò che negli ultimi 5 anni è stata solo roba sua. Il cross nel finale è un gioiellino di cui Mandzukic non approfitta, ma uno dei suoi più belli: ritrovato.

BONUCCI 6.5 – Ordinato e puntuale come sempre. La testa prevale e guida ogni suo movimento, è questa la forza di Leo, che nella BBC è rimasto l’unico imprescindibile.

CHIELLINI 5.5 – Per il primo quarto d’ora la Juve ha ballato un po’: forse un problema di approccio, forse di vento, ma con una certezza: dopo il cambio è andata decisamente meglio. Un 5,5 punitivo anche per la sciocchezza commessa su Barella, che gli costa anche l’infortunio. Ci si aspetta di più. (dal 18′ RUGANI 7 – Perfezione. Troppo? Forse sì, ma probabilmente no. Non sta sbagliando un pallone, gioca con la sicurezza di un veterano e con la volontà di non accontentarsi mai, anche contro un attaccante esperto come Borriello. La chiave sta proprio qui, se continuerà a migliorarsi, probabilmente dovremo rivedere il concetto di perfezione.)

ALEX SANDRO 6 – Corsa e sostanza, ma con meno fatica del solito. Una buona prestazione, che passa in secondo piano solo per il grande apporto dato dai compagni di reparto.

KHEDIRA 6.5 – L’aggettivo perfetto è felpato. In questo nuovo ruolo si vede poco e si sente poco, ma c’è, eccome se c’è. Ogni pallone passa da lì e lì viene recuperato. Gira spesso il pallone quando si stringono le maglie della difesa rossoblù, abbassa o alza il ritmo del centrocampo. Allegri con questo modulo ha scoperto un altro regista.

MARCHISIO 7 – Sta recuperando e si vede. Bene molto spesso, ma a tratti un po’ spento, anche per lui un nuovo ruolo, che riprendendo ritmo può ridargli la brillantezza nell’inserimento. Una chiave tattica in più. Ah, anche il piede è rimasto quello buono, molto buono, e Higuain ringrazia. (dal 66′ PJANIC 6.5 – Si è inserito definitivamente. Un periodo di ambientamento e poi la crescita, di personalità, di carattere e di fiducia. 90% di passaggi completati, l’ultima palla persa forse risale alla partita con il Cagliari, quella di andata però.)

CUADRADO 7 – Esplosivo, brillante, ispirato. Juan Cuadrado si è preso continuità e minuti, Allegri e la Juve hanno bisogno dei suoi spunti, e forse proprio per lui si è passati a questo nuovo vestito.

DYBALA 6.5 – Gli manca un centesimo per fare una lira, o se si preferisce un euro. E’ sempre lui, è sempre bravo e dà tanta qualità, giocando alle spalle di Higuain e per Higuain. I gol per il momento può conservarli e sfoderarli al momento più opportuno, abbastanza semplice indovinare quale. (dal 91′ LEMINA s.v – Minuti simbolici, va ritrovato ed è importante ritrovarlo. Allegri glielo dice così.)

MANDZUKIC 6 – Il lavoro per gli altri è apprezzabile e ruba tante energie preziose, quando di ruolo fai l’attaccante però bisogna soprattutto fare gol. Buono lo sforzo, da migliorare la mira: #abbastanzaGood.

HIGUAIN 8 – “Cassazione!”, non si offenderà Daniele Adani se gli rubiamo questa affermazione, ma è tanto bella, quanto vera. Due palloni, due gol. Uno di fine, uno da “calcetto”, probabilmente non serve dire altro. Anzi, forse sì, 54 gol nelle ultime 56 partite.