Pjanic: "Metto davanti il bene della squadra. Sfido Dybala in allenamento"

Pjanic: “Metto davanti il bene della squadra. Sfido Dybala in allenamento”


Miralem Pjanic ha sfiorato l’ennesimo gol su punizione, ieri sera nella sfida contro l’Inter. Solo una grande parata di Handanovic gli ha negato la gioia. Questa sera, il bosniaco è stato intervistato dai colleghi di JTv, con domande proprio sui calci piazzati.

PJANIC A JTV

Le punizioni in partite ce le dividiamo. Le tira anche lui. Quando capita dal lato mancino, quindi il suo, forse è più semplice per lui perché le calcia veramente bene. Abbiamo la fortuna di avere giocatori che possono risolvere le partite coi calci piazzati. Sono un’arma in più per la squadra. Ci proviamo spesso anche in allenamento con Dybala, Dani Alves e altri. Sono cose importanti in una partita. Come i calci d’angolo, abbiamo fatto già tanti gol da calcio piazzato. Dobbiamo continuare così, è una nostra forza. Ma non c’è nessun problema su chi tira. L’importante è che si faccia gol.

Sempre sul tema delle punizione, Pjanic ammette di sfidarsi durante gli allenamenti con Dybala: Per adesso siamo 2 a 2. Due sedute vinte da lui e due vinte da me. Come ho detto, l’importante è fare gol quando c’è l’occasione perché può sbloccare la partita”.

Meglio fare assist o gol? Per Pjanic viene prima il bene della squadra: “Non penso a fare assist di tacco o in altri modi. Metto sempre al primo posto il bene della squadra. E sulla sfida di ieri: “Abbiamo vinto meritatamente”.

Michele Ranieri