Nina Moric choc: insulti su Facebook ad Allegri e ai livornesi!

Nina Moric choc: insulti su Facebook ad Allegri e ai livornesi!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

I social network non dovrebbero essere presi alla leggera, ne tanto meno essere utilizzati per riversarci ogni pensiero… pena, cadere in trappole e conseguentemente in un circolo di insulti, come ha fatto Nina Moric. La showgirl domenica sera ha seguito la partita della Juventus, ma si è scaldata un po’ troppo e, per l’ennesima volta, si è trovata immersa in un polverone, da lei stessa creato.

MORIC, PARTE 1

“Senza Pjaca e Mandzukic la Juve sarebbe da terzo posto, mettili in campo livornese comunista!!!”. Questa la frase rivolta a Mister Allegri, che naturalmente ha acceso gli animi, sia dei tifosi bianconeri, favorevoli o contrari a questa affermazione, sia della gente di Livorno, scatenatasi contro la Moric. Commenti e insulti sono arrivati a raffica. Un fuoco acceso e non estinguibile, nemmeno il post successivo infatti ha spento le critiche. Anzi.

MORIC, PARTE 2

“Qualcuno mi può spiegare gentilmente e senza offese come mai molti si sono sentiti offesi dalle mie parole ‘LIVORNESE COMUNISTA’ riferito ad Allegri ? Non è livornese l’allenatore della Juve ? Non è forse vero che Livorno è la città d’Italia con la più alta concentrazione di comunisti? Manco avessi scritto che Livorno puzza di pesce, o che a Pisa hanno paesaggi bellissimi e la torre che attira milioni di turisti ogni anno, mentre a Livorno l’unica cosa che viene attirata sono le sardine che seguono i pescherecci. Roba da Matti.”.

Un post “chiarificatore” che non ha portato scuse, ma solo una difesa personale, oltre ad un ampio e lungo dibattito tra giornali e web.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy