Dybala, il vero regista della Juve. Senza di lui squadra troppo prevedibile

Dybala, il vero regista della Juve. Senza di lui squadra troppo prevedibile


La Juventus non ha investito in estate sul regista a centrocampo perché, probabilmente, ritiene di averlo già in casa e, per di più, in ogni settore del campo: in difesa Bonucci è l’uomo scelto per impostare da dietro; a centrocampo si è aspettato il ritorno di Marchisio il quale, da quando Pirlo ha lasciato i bianconeri, si è imposto nel suo nuovo ruolo; davanti, invece, Allegri ritiene Dybala il vero fulcro dell’attacco juventino.

dybala-juventus-2016-17-10-538x358

IL FARO JOYA – Ed è proprio l’assenza della Joya che, a nostro avviso, sta mancando particolarmente per la manovra bianconera. Dybala è il vero catalizzatore delle manovre bianconere, un vero e proprio faro. Quando la manovra è difficoltosa, Dybala è l’uomo che crea spazi con le sue giocate, torna fino a centrocampo per dare una mano ai compagni ed è sempre pronto a pungere con la sua immensa classe. Nelle ultime partite, in cui la Joya è mancata, la Juventus ha faticato davvero tanto a costruire azioni manovrate. Higuain e Mandzukic sono due vere prime punte, e nessuno dei due ha visione di gioco per poter giocare tra le linee. Pjanic potrebbe dare una grossa mano in questo periodo, ma il bosniaco non è ancora entrato nei meccanismi della squadra, quindi Allegri non può far nient’altro che adattarsi e aspettare il ritorno della Joya.

La buona notizia è che Dybala dovrebbe tornare dopo la sosta delle Nazionali. Solo allora, probabilmente, torneremo a vedere la vera Juve, che ha bisogno del proprio faro offensivo. Torna presto, Joya!

Simone Calabrese

ULTIME NOTIZIE