Gazzetta dello Sport, Prandelli: "Una fortuna il no della Juve nel 2004? Ecco cosa fece Moggi"

Gazzetta dello Sport, Prandelli: “Una fortuna il no della Juve nel 2004? Ecco cosa fece Moggi”


Cesare Prandelli ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport in cui, tra le altre cose, parla anche di Juventus raccontando un aneddoto alquanto particolare. Il tecnico da più parti apprezzato per la sua umanità ripartirà da Velencia, in Spagna. La società spagnola sul profilo tecnico non vive proprio un bel momento, quattro sconfitte nella prime quattro partite e nonostante alcuni segnali di ripresa l’ex tecnico della nazionale italiana avrà un bel lavoro da fare nella sua prima esperienza in Liga.

JUVENTUS. Prandelli racconta anche un aneddoto dell’estate del 2004, quando Umberto Agnelli aveva pensato di ingaggiarlo per la panchina della Juventus: “Umberto Agnelli aveva pensato a me nel 2004 per la panchina della Juventus. Incontrai Moggi e chiesi un ingaggio alto per capire se mi volevano davvero. Lui mi strinse la mano e poi prese Capello“.

moggi

L’estate del 2004 ha anticipato di qualche anno quello che sarebbe stato un vero ciclone per il calcio italiano e in particolare per la Juventus: Calciopoli. Cesare Prandelli è sicuro che “Calciopoli è stata una brutta pagina, all’epoca si respirava un’aria strana”.

Aristide Rendina