La Juve dimentica le frecce: l'Inter apparecchia, la Signora non serve

La Juve dimentica le frecce: l’Inter apparecchia, la Signora non serve


Inter-Juventus si spegne in una ingloriosa sconfitta. I bianconeri, partiti come grande favoriti anche alla luce delle pessime uscite di De Boer e i suoi, devono arrendersi ad un ottimo avversario, che riesce a sfruttare tutte le debolezze della Signora. Proprio ciò che quest’ultima non è in grado fare, soprattutto sulle corsie esterne.

LORO CI SONO – Sì, perché di frecce nel proprio arco, Madama, ne ha eccome. Mentre l’Inter è senza scudi, o meglio, sono tutt’altro che solidi: sia Santon che D’Ambrosio infatti non si dimostrano all’altezza degli uomini di corsia bianconera. E’ soprattutto Alex Sandro a vincere nettamente il duello con l’ex granata, divorandolo in velocità e mostrandosi sempre propositivo in avanti e attento dietro. Anzi, proprio dal punto di vista difensivo, quella contro i nerazzurri è stata una delle migliori prove del brasiliano, capace di disinnescare diverse incursioni avversarie. Anche sulla corsia opposta Lichtsteiner prova ad essere protagonista, cercando di farsi vedere e spingendo tantissimo, non trovando però il supporto sperato. Questo sarà uno dei più grandi limiti di tutta la partita, con un centrocampo incapace di duettare e amalgamarsi al movimento degli esterni (Asamoah totalmente fuori giri, Khedira troppo poco lucido) senza dunque sfruttare l’unico punto di debolezza visibilmente mostrato dall’Inter.

SOLO UNA PUNTURA – A dimostrare della bontà dell’azione dei due bianconeri è l’unico gol siglato dalla Juventus: imbucata di Stephan su assist dello stesso Sandro. Al 66′, ad una grande sgaloppata dalla sinistra del numero 12 segue un suo cross tagliato in area che arriva sui piedi dello svizzero che porta in vantaggio i suoi. Momentaneo vantaggio, poiché il gol non sarà altro che una piccola puntura al termine dei 90′ più recupero. Una puntura che però è indicativa, e mostra come, date le grosse difficoltà incontrate dal centrocampo bianconero, lo sfruttamento delle fasce avrebbe potuto essere decisivo e, magari, avrebbe evitato un simile risultato.

lichtsteiner-1-670x460

Avrà pesato sicuramente il peso dell’essere favoriti, i tanti impegni uno dietro l’altro e qualche errore sia tecnico che tattico: ma da questo 2 a 1 la Signora non può far altro che ripartire. Con la consapevolezza di avere tanta qualità e di poterla sfruttare soprattutto nei momenti più difficili. Proprio come avrebbe potuto farlo con le due frecce bianconere.