Stramaccioni: “Non paga difendersi contro chi è più forte. Ci vuole coraggio”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’ex tecnico nerazzurro Stramaccioni, ora al Panathīnaïkos, ha parlato al Corriere della Sera del suo passato all’Inter e della sfida contro la Juventus.

La sua Inter fu capace di sconfiggere per la prima volta allo Juventus Stadium la squadra di Antonio Conte. Risultato finale di 3-1 per gli interisti con le reti di Milito e Palacio. Poi una caduta verticale nelle giornate seguenti con esonero a fine stagione.

Queste le parole di Stramaccioni: “Quella Juve era già la squadra dominante, ma non sempre paga difendersi contro chi è più forte di te. Ci vuole coraggio. Ho vissuto l’Inter da dentro e letteralmente dal basso, conosco tutti. E spero solo che i nuovi proprietari la amino come merita. È impossibile pensare che chi ha voluto De Boer non abbia ponderato bene la scelta e valutato quanto sia difficile arrivare ad allenare l’Inter senza conoscere bene il calcio italiano. È la classica gara che ti fa capire quanto è grande o piccola la differenza coi più forti. La rivalità è grande, questa sfida a Milano conta come il derby. E comunque anche per la Juve non è mai facile giocare a San Siro. Sarà così anche stavolta. Prendendo due tra i migliori elementi delle sue rivali, Higuain e Pjanic, la Juve ha dato un segnale evidente di forza. Poi, però, bisogna giocare e non sempre vince il favorito. Almeno così mi piace pensare“.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook