Ancelotti ad As: "In Italia si investe meno, Juve top grazie allo Stadium"

Ancelotti ad As: “In Italia si investe meno, Juve top grazie allo Stadium”


Ai microfoni di As, Carlo Ancelotti ha rilasciato una lunga intervista toccando numerosi temi. Tra i quali, l’ex allenatore del Milan e della Juventus, si è pronunciato sul calcio italiano e sulla Juventus.

ITALIA E JUVENTUS. L’attuale allenatore del Bayern Monaco ad una domanda inerente la “crisi” del calcio italiano e al ruolo della Juventus, ha risposto così: “In Italia una volta i presidenti investivano molto, adesso meno. Juventus? Ha raggiunto un livello top grazie allo stadio di proprietà”.

NON SOLO STADIO. Carlo Ancelotti quando parla non è mai banale, ha dimostrato nel tempo anche una certa capacità di dire quello che pensa. La crisi del nostro calcio abbraccia sicuramente anche una mancanza di investimenti in settori strategici per una società, il settore giovanile ad esempio. O lo stadio. Le vittorie della Juventus sono partite proprio da lì, dallo Juventus Stadium. Un investimento appunto. Investimento accompagnato anche da operazione sul mercato frutto di una strategia e una competenza a cui non si può non dare un ruolo importante e decisivo per il raggiungimento dello strapotere che oggi può vantare la Juventus in Italia. Sulla scia della vecchia signora, anche altre società hanno acquistato uno stadio di proprietà, Sassuolo su tutti, prossima avversaria dei bianconeri allo Stadium domani nel primo anticipo della 3a giornata di campionato. Insomma, qualcosa di muove, non è un caso, non è poco. La strada è quella giusta.

Aristide Rendina