Witsel aveva rinunciato alla sua percentuale sulla vendita per la Juventus

Witsel aveva rinunciato alla sua percentuale sulla vendita per la Juventus


Axel Witsel è stato più che vicino a vestire la maglia bianconera ieri. Il centrocampista belga, arrivato a Torino ieri in mattinata, ha atteso per quasi 13 ore il via libera da parte dello Zenit e di Lucescu che alla fine non è arrivato. Anzi si, ma era ormai troppo tardi con la procedura digitale per concludere l’affare avviata alle 22:50.

witsel-belgio

E oggi vengono a galla altri retroscena sull’affare Witsel. Il giocatore belga infatti aveva rinunciato anche alla sua percentuale di vendita stipulata al momento della firma del contratto con lo Zenit. La Juventus aveva pure alzato l’offerta al club russo fino a 20 milioni di euro più 5 di bonus, ma il procrastinare del club russo e le richieste di trovare prima un degno sostituto per Lucescu, hanno mandato su tutte le furie la Juventus e Witsel.

Ora, come riportato da Gianluca di Marzio, il giocatore per ripicca è pronto a chiedere quella cospicua cifra pattuita al momento della cessione. In questo momento dipende dallo Zenit cosa fare, se riallacciare i rapporti in vista di gennaio per provare a intascare qualcosa o privarsi il prossimo giugno del giocatore a parametro zero. Sta di fatto che l’arrivo di Witsel alla Juventus è solo rimandato, che sia il prossimo inverno o l’estate prossima.

Oscar Toson