La domanda del secolo: meglio Allegri o Conte? Ecco cosa pensano gli ex

Sembra ieri quando Antonio Conte ha annunciato, a pochi giorni dall’inizio del ritiro estivo della stagione 2014/2015, la rescissione contrattuale che lo legava per un altro anno alla Juventus, ed è stato sostituito da Massimiliano Allegri. Tutti ci ricordiamo la reazione dei tifosi: il coro “Noi Allegri non lo vogliamo” è risuonato nelle orecchie di tutti per molto tempo. Poi, la svolta: ci si è resi conto che Allegri è un ottimo allenatore e la prima stagione è stata un trionfo, anche se i maligni hanno affermato che il tecnico livornese ha goduto del lavoro fatto dal suo predecessore. Questa stagione, però, ha dimostrato la validità di Allegri che, nonostante una partenza a rilento, ha vinto ancora e, grazie al nuovo contratto appena siglato, avrà ancora la possibilità di vincere. La domanda che ora tutti si stanno ponendo è: meglio Conte o Allegri? Ecco cosa ne pensano alcune delle bandiere bianconere degli anni passati.

Ricovero-Zoff

CANNAVARO: CONTE UN PASSO IN PIU’ – “La Gazzetta dello Sport” ha intervistato vari ex, che hanno detto la loro sul confronto Conte-Allegri. Partiamo da Fabio Cannavaro: “Conte ha avuto più problemi nella fase iniziale, ma merito anche ad Allegri, bravo e intelligente a sfruttare il lavoro di Conte e a migliorare il rendimento di squadra”.

PRANDELLI, IULIANO E ZOFF IN MEZZO – Anche Cesare Prandelli, Mark Iuliano e Dino Zoff hanno detto la loro opinione. Prandelli: “Impossibile preferire uno o l’altro”. Iuliano: “Due imprese grandissime, ma diverse: con Conte la Juve è risalita, con Allegri si è confermata”. Zoff: “Non ci sono grandi differenze”.

Ognuno ha la sua idea su chi sia il migliore, ma ricordiamoci solo che entrambi i tecnici hanno contribuito a far tornare grande la Juventus, e questa è l’unica cosa che conta.

Simone Calabrese

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy