Sei qui: Home » News » ReLive Allegri: “Non abbiamo ancora vinto nulla. Rugani in campo, ecco quando torna Dybala”

ReLive Allegri: “Non abbiamo ancora vinto nulla. Rugani in campo, ecco quando torna Dybala”

QUOTA SCUDETTO – “Le polemiche non mi interessano. Vincere venti partite non è bastato, servirà continuare a vincere in questo finale. Se la Roma può arrivare a 84, il Napoli può arrivare a 85. O anche a 88, vincendole tutte. E quindi a noi ne servirebbero 89. La quota scudetto cambia ogni settimana”.

PARTITA SPECIALE CONTRO IL MILAN – “Sono stato tre anni e mezzo lì, si sono creati anche determinati rapporti personali che vanno oltre quelli professionali. Lo stesso accadrà quando andrò via dalla Juventus. E’ comunque un Milan-Juve quella di domani e i valori si azzerano. Il risultato che noi dobbiamo raggiungere è lo scudetto, a partire dalla gara di domani contro il Milan. Loro hanno ancora 7 partite invece per rimontare”.

RINNOVO DI CONTRATTO – “Buffon ha detto che sono stato decisivo? No, è stata decisiva la squadra nel complesso. Il rinnovo? E’ solo una questione legata a una formalità, che è quella di incontrarci, sederci a un tavolo e mettere la firma. Ripeto: sto bene la Juve”.

PSICOLOGIA – “Nel calcio la condizione psicologica è fondamentale. Il Napoli non mollerà e la Roma sta facendo cose grandissime. In 108 punti a disposizione, Juve, Napoli e Roma hanno fatto 89 punti nel ritorno”.

SITUAZIONE MILAN – “Il Milan è una buona squadra, non parlerei di crisi. E’ in finale di Coppa Italia e lotta per l’Europa. Ha fatto qualche pareggio di troppo, noi dovremo fare una grande prestazione”.

MERCOLEDÌ TORNA DYBALA – “Noi dobbiamo andare in campo e pensare a giocare a calcio. C’è un arbitro che decide, insieme a una squadra di arbitri con collaboratori che lo aiutano nella gestione della partita. Un episodio non può scalfire la prestazione di una squadra. Noi dobbiamo entrare in campo e fare un’altra grande prestazione, dopo c’è un arbitro che fischia da una parte, fischia dall’altra, questo spetta a lui e c’è apposta per questo. Dybala sta molto meglio, mercoledì dovrebbe rientrare con la squadra e quindi è pronto per il rush finale. In questo momento stanno tutti bene, ma non vado a prendermi dei rischi su un giocatore che è soprattutto al primo infortunio della carriera. Tra l’altro non si conosce neanche lui bene, quindi le sue sensazioni non mi lasciavano molto sereno e tranquillo”.

RUGANI – “Il ragazzo sta bene, sta attraversando un buon periodo e sta facendo bene. Salvo sorprese domani sera sarà in campo”.

NON ABBIAMO ANCORA VINTO NULLA – “La Juve non ha ancora vinto nulla, domani ci giochiamo un bel pezzo di campionato. Mancheranno poi sei partite, quattro in casa e due fuori. Le voci sul fatto che abbiamo già vinto potrebbero creare un abbassamento di tensione. Mi aspetto una grande prestazione, è sempre Milan-Juventus. Loro hanno conquistare l’Europa League e scaricheranno tutta la tensione del ritiro settimanale”.

allegri

ORE 14, ECCO ALLEGRI – “Questa squadra ha valori tecnici e morali molto importanti. I due scudetti al Milan sono stati molto importanti, così come quello con la Juventus. Alla fine quello che conta è vincere. Ho passato tre anni e mezzo molto belli al Milan, sembra ieri ma son già passati due anni. Ora però penso solo alla Juventus. Dybala non c’è, però non è detto che giochino Mandzukic e Morata”.

ORE 13:55, A BREVE PARLA ALLEGRI – Tra pochi minuti a Vinovo il mister bianconero Massimiliano Allegri parlerà in conferenza stampa da Vinovo nella vigilia del match contro il Milan a San Siro. SEguite la diretta scritta dell’evento qui su SpazioJ.it

LEGGI ANCHE:  La rivelazione di Agnelli: "Dopo alcune sconfitte ci andai e gli dissi che erano la Juventus!"

 

Oscar Toson