Ravanelli: “Io come Zaza, cuore e umiltà, oltre che talento”

Cuore, voglia e talento, tutte qualità incarnate perfettamente da Simone Zaza, centravanti che rincorre l’avversario come un centromediano metodista e che sa, come nel big match col Napoli, pure segnare gol decisivi, partendo dalla panchina. Il suo atteggiamento coriaceo e aggressivo è un plus ultra per la Juventus, che necessita di una scossa dalla panchina, quando gli undici in campo non riescono ad impugnare la partita.

Un altro giocatore passato dalla Juventus aveva queste caratteristiche, ovvero Fabrizio Ravanelli. “Penna Bianca”, questo il suo soprannome, lo sottolinea ai microfoni della Gazzetta dello Sport:”Zaza come me, è entrato benissimo in partita dalla panchina, ha dimostrato che cuore e umiltà a volte valgono più del talento. E’ entrato con grande cattiveria, come me ha fatto la gavetta per arrivare alla Juventus.”

Roberto Moretti

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy