Sei qui: Home » Editoriale » Juve – Napoli o… New Team – Muppet?

Juve – Napoli o… New Team – Muppet?

Siamo ormai a poco più di 24 ore dallo scontro tra titani tra la prima e la seconda in classifica. Domani sera, 20.45, Juventus Stadium, tutti gli occhi e i riflettori del mondo calcistico e non solo puntati su Juve-Napoli. Eppure c’è qualcosa di questa sfida che ci rimanda ad altro, che ci riporta alla nostra infanzia, qualcosa che scatena ricordi e fantasie allo stesso tempo. Ma certo! “Holly e Benji”, o per i puristi degli anime “Capitan Tsubasa”! Non c’è niente da fare, questo cartone animato è stato il riferimento per tutte le generazioni di ragazzini cresciuti tra gli anni ’70, ’80 e ’90, con appendici addirittura sino agli anni 2000 e comparsate di campioni come Baggio in alcuni episodi speciali dedicati alle nazionali e i principali campioni sparsi nelle più importanti società europee (Juve compresa!). Tutto questo parlare di Higuain e Dybala, della sfida tra i due campionissimi e goleador argentini, così diversi ma così ugualmente micidiali per le rispettive squadre ci ha riportato alla mente l’eterna sfida tra Oliver Hutton e Mark Lenders, i due capitani della New Team  e della Muppet, i due protagonisti assoluti della serie a fumetti prima e a cartoni poi. Ed è inevitabile accostare la classe e l’eleganza nel dribbling di Holly a quelle di Dybala,  la potenza e la grinta di Mark a quelle di Higuain. A ben pensarci, sembra di rivederle alcune azioni dirompenti del capitano della New Team quando la Joya prende la palla a centrocampo, dribbla con facilità tre o quattro avversari e arriva a tirare in porta magari avendo letteralmente saltato qualche difensore che prova l’entrata in scivolata; così come le progressioni di potenza del Pipita rimandano a quelle azioni poderose di Lenders, palla al piede, avversari scansati a spallate e “bombe” che bucano la porta.  Ma New Team – Muppet non era però solo Hutton-Lenders, e allora ecco che i parallelismi continuano nella grande sfida tra i due portieroni Benjamin Price e Ed Warner, importanti quanto i loro capitani disegnati e almeno altrettanto dei loro alter ego in carne e ossa, ovvero Gigi Buffon e Pepe Reina: due portieri di livello assoluto, internazionale, che spesso con le loro parate salvano il risultato e concedono scatti ai fotografi. Più pragmatico l’uno, più spettacolare l’altro, entrambi dannatamente decisivi. Come non associare poi Lorenzo Insigne alla piccola, funambolica e strepitosa spalla di Lenders, quel Danny Mellow che spesso giocando al fianco di Mark gli apre le difese e gli offre assist d’oro? Dall’altra parte, la parabola ascendente di Bruce Harper tanto somiglia a quella del nostro Leo Bonucci: etichettato come “pippa colossale” dopo le prime sfortunate uscite e qualche “bonucciata” di troppo, si è ritagliato un posto sempre più importante nella squadra di club e anche in nazionale, diventando una colonna portante e imprescindibile di entrambe. E ancora, Morata potrebbe tranquillamente essere Tom Becker, la spalla d’attacco di Holly, quello che con altrettanta eleganza e determinazione dialoga nello stretto e apre gli spazi, quando non conclude a rete direttamente.

LEGGI ANCHE:  Ramsey al Karagumruk di Pirlo, importante notizia dal presidente del club!

Insomma, di certo domani sera non percepiremo la sfericità della terra in campo, ma gli effetti speciali, con questi protagonisti, non mancheranno. Che lo spettacolo di New Team – Muppet… pardon, Juve – Napoli abbia inizio!

Dario Ghiringhelli (@Dario_Ghiro)