Bayern, Guardiola si confessa: "Voglio nuovi nemici"

Bayern, Guardiola si confessa: “Voglio nuovi nemici”


Con il Bayern è finita (o almeno finirà in estate), ed è finita perché Pep ha bisogno di migliorarsi, lo dice lui. Il nuovo indirizzo è stato scelto (manca solo l’immatricolazione o il club, fate voi): l’Inghilterra. “In due-tre anni ho fatto tutto quello che era possibile. Per migliorare c’è bisogno di nemici e critiche, di nuove sfide. In poco tempo si esauriscono i messaggi che puoi dare ai giocatori, devi offrire loro qualcosa di nuovo in ogni partita perché possano dire: `che succede oggi, davvero devo fare questo?´. Sì, davvero, è meglio che lo fai”.

NUOVI STIMOLI – Parla chiaro Guardiola, parla di nemici, parla del rumore dei nemici (ricordate quello di Mourinho?). “Io adatto la mia tattica e le mie strategie alle qualità dei miei giocatori, così come a quelle dei miei avversari. E so che la gente alle volte non capisce le mie decisioni ma tutte le partite sono diverse, immagino cosa può fare l’avversario e cosa posso fare io per superarlo”. Ma attenzione: “Non esiste un segreto per il successo. Lavoro molto e più lavoro, più sono sicuro di quello che faccio”. Insomma Guardiola è sempre quello più avanti di tutti, tanto da pensare già alla prossima avventura con il nuovo club, ancora sconosciuto. Nel mezzo però ci sono gli ottavi di Champions contro la Juve, e i bianconeri sperano di aiutare Guardiola nell’ottenere quelle critiche tanto attese.

Carlo Iacono (CarloIacono7)