Juve, gioco Mkhitaryan: ma la situazione è chiara

Juve, gioco Mkhitaryan: ma la situazione è chiara


Mkhitaryan sì, Mkhitaryan no: la margherita del mercato si spoglia ogni giorno che passa. Ma stavolta vi aiutiamo subito: l’armeno non arriverà. E di certo non quest’inverno: ma non solo perché è extracomunitario. Il motivo? Presto spiegato: non ne ha intenzione il giocatore – che resta comunque attratto dall’ipotesi Juve -, ma soprattutto non vogliono Tuchel ed il suo Borussia.

LA SITUAZIONE – Sembra il solito gioco al rialzo, stavolta però per il Dortmund: con l’attaccante in scadenza nel 2017, le intenzioni dell’agente Raiola sembrano decriptate all’istante. Henrik vuole il rinnovo, l’ha sempre sostenuto: il suo procuratore ha da accontentarlo. Dunque, le grinfie della Juve messe lì a far paura: soltanto in questo modo il BvB saprà di dover accelerare le trattative, magari “sganciando” qualche premio oltre ai 5 milioni all’anno già messi in conto dalla dirigenza giallonera.

INTENZIONI – In realtà, e nonostante tutto, il discorso sull’armeno è sempre e comunque uno dei topic preferiti nelle cene di lavoro di Paratici e Raiola. Ovviamente, se il giocatore dovesse decidere di non rinnovare – c’è anche questa possibilità, sì -, a quel punto la dirigenza bianconera si fionderebbe sulla mezzapunta con la presunzione di poter sbaragliare tutti e subito. Il prezzo? Intorno ai dieci milioni, più qualcosina per non lasciarsi in cattivi rapporti con i tedeschi. Sarebbe un’altra genialata dell’agente italo-olandese: offerta d’ingaggio permettendo…

Cristiano Corbo