La lotta, la rimonta e il cambio di prospettiva: il mercato estivo come filo conduttore