Juve-Lavezzi: un matrimonio che s'ha da fare. Un "fulmine" implacabile nel 4-3-3 di Allegri