Sei qui: Home » News » Polemiche in Belgio-Canada: chi è Sikazwe, l’arbitro degli “orrori” internazionali

Polemiche in Belgio-Canada: chi è Sikazwe, l’arbitro degli “orrori” internazionali

Al termine della match tra Belgio e Canada, terminato 1-0 per i “Diavoli Rossi”, non si placano le polemiche per l’arbitraggio di Janny Sikazwe.

Il direttore di gara, originario dello Zambia, ha lasciato tutti perplessi per alcune decisioni parecchio discutibili nel corso della partita che chiudeva la prima giornata del Girone F. A recriminare è soprattutto il Canada, a causa di alcuni presunti rigori a proprio favore non fischiati.

Sikazwe Belgio Canada

Chi è Sikazwe, l’arbitro degli “orrori” internazionali

Sikazwe, però, non è nuovo a figuracce di livello internazionale. Dopo essere stato sospeso provvisoriamente dalla CAF (Confédération Africaine de Football) per sospetta corruzione nel 2018, un anno fa il fischietto zambiano si era reso protagonista di una clamorosa gaffe in Coppa d’Africa.

LEGGI ANCHE:  Carnesecchi o Vicario? Decisione a sorpresa della Juventus

Durante la sfida tra Tunisia e Mali, infatti, Sikazwe fischiò ben due volte la fine della partita, entrambe prima del 90′ (all’86 minuto e poi di nuovo 17 secondi prima del 90′) per aver impostato male il cronometro, scatenando l’ira dei giocatori in campo e di tutti i presenti.

L’arbitro zambiano, evidentemente, non era ancora sazio, decidendo di ripetersi con altre figuracce anche all’esordio in questo Mondiale, sotto gli occhi di uno sconcertato Pierluigi Collina.