Sei qui: Home » News » Critiche degli ex giocatori della Juventus, Allegri sorprende tutti!

Critiche degli ex giocatori della Juventus, Allegri sorprende tutti!

Al rientro dalla pausa Nazionali, la Juventus è attesa dalla gara casalinga contro il Bologna di Thiago Motta.

I bianconeri dopo la brutta sconfitta contro il Monza sono chiamati ad una reazione per non perdere altri punti preziosi in campionato.

Alla vigilia di Juventus-Bologna, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa.

Foto: Getty Allegri Juventus Bologna conferenza

LE DICHIARAZIONI

“Domani dovrebbe iniziare una nuova stagione. Non scordiamoci che il primo mese è stato fatto male. Eravamo partiti bene, poi dopo abbiamo mollato, facendo brutte prestazioni. I dati confermano quello che è stato: abbiamo perso 3 partite, 4 pareggi. Dobbiamo essere consci del momento, ne abbiamo parlato. Di fronte troveremo un Bologna agguerrito, ma la Juventus deve ritornare a vincere. I ragazzi li ho visti bene, Vlahovic e Kostic hanno giocato bene con la Serbia, ma anche gli altri”.

Sul rapporto con Bonucci e l’esclusione a Monza:

“Bonucci ha giocato solo tre partite ed era stanco, a Monza è rimasto in panchina come da programma. Leo ha 35 anni anche se è il capitano dobbiamo gestirlo quando ci sono impegni ravvicinati”.

Sui recuperi:

In questo momento non ha senso soffermarsi sui problemi, bisogna trovare le soluzioni. Dobbiamo imparare a gestire anche gli imprevisti, come contro la Salernitana o il Monza perché il nervosismo non va bene, ci fa sprecare energie inutili“.

“Domani recupereremo Locatelli, Alex Sandro, Rabiot, rientrano Milik e Cuadrado dalla squalifica. Restano out solo Pogba, Chiesa e Di Maria che è squalificato. Rabiot, Locatelli e Sandro stanno bene, in questa sosta hanno avuto il tempo di recuperare”.

Sulle critiche:

“Quando si perde le critiche fanno parte del gioco. Noi stiamo cercando di riportare la Juventus a vincere, con amore e passione, speriamo di riuscire a farlo il prima possibile. Poi bisogna anche accettare che il calcio è ciclico, adesso anche le milanesi si sono rinforzate”.

Sulla formazione:

LEGGI ANCHE:  Addio Agnelli, nuovo scenario con l'ECA per la Juve: la mossa di Al Khelaifi

“Domani senza Di Maria, abbiamo Vlahovic e Milik poi con gli infortuni è difficile avere un undici titolare fisso”.

Su Pogba e Chiesa:

“Al momento non ci sono tempi di recupero certi, posso solo dirvi che Chiesa la prossima settimana inizierà a lavorare col pallone, ma da qui a dire che può giocare ne passa…Pogba ancora non ha iniziato a correre”.

Sulle frecciatine degli ex giocatori della Juventus e la spiegazione di Rocchi sull’episodio di Juve-Salernitana:

“Degli arbitri non parlo mai lo sapete, Rocchi è il responsabile e tocca a lui gestire questi episodi. Ai giocatori che sono andati via posso solo augurargli tutto il bene, poi a me piace confrontarmi di persona perché delle dichiarazioni riportare non mi fido tantissimo”.

Su Locatelli:

“Locatelli ha fatto un campionato straordinario l’anno scorso, quest’anno non ha iniziato bene, ma lo sa anche lui. Ripeto che Manuel sarà uno dei pilastri della Juventus del presente e del futuro per le qualità morali e tecniche”.

Sui numeri dell’attacco:

“Oltre ai numeri sull’attacco ci sono anche altri dati che non ci convincono, ma penso sia inutile parlare dei dati”.

Su Cassano:

“Io non faccio parte dei social, però il mondo viaggia così in modo veloce. Io penso che dobbiamo solo restare concentrati su quello che dobbiamo fare, poi all’esterno si parla e si dice e poi si fa poco”.