Verona-Juventus 1-1, le pagelle| Delude il centrocampo, Szczesny salva tutto

Pagelle sito_Tavola disegno 1
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Juventus non va oltre l’1-1 al Bentegodi contro il Verona: i bianconeri, dopo il vantaggio di Ronaldo, vengono raggiunti da Barak. Un pareggio amaro per i Campioni d’Italia, che vedono la vetta sempre più lontana.

I VOTI

Szczesny 7 – Salva baracca e burattini, ancora una volta. Il polacco è una garanzia quest’anno: due parate decisive e tante uscite impegnative. Se la Juve non perde, oggi, è grazie a lui.

Demiral 5,5 – Troppe difficoltà in uscita per il turco, che non sembra a suo agio con la costruzione dal basso. Perde un sanguinoso pallone che porta al pareggio di Barak.

De Ligt 6,5 – Maresca lo ammonisce, probabilmente, in maniera troppo severa, ma lui gioca come se non avesse addosso il fardello del cartellino giallo e annulla Lasagna. Una delle poche luci di questa stagione, finora, deludente.

Alex Sandro 5,5 – A onor del vero, gioca anche una buona partita di personalità, alzando il baricentro e offrendo molte linee di passaggio ai suoi compagni. Sul gol di Barak, però, è in ritardo nella marcatura e questo, purtroppo, condiziona la sua prestazione.

Chiesa 6,5 L’ex Fiorentina è costantemente uno dei migliori in campo quest’anno, e anche oggi gioca una partita di grande caratura. Offre l’assist a Ronaldo, è uno dei pochi a saltare l’uomo, ci prova fino alla fine. (dall’89’ Di Pardo s.v.)

Bentancur 5 – Dargli la palla è sempre un rischio. Ha qualche spunto, ma delle volte gli si spegne letteralmente la lampadina e rischia di regalare gol agli avversari.

Rabiot 5,5 – Meglio del suo compagno di reparto, ma troppo poco filtro. Certe volte il Verona salta direttamente la metà campo e questo è demerito dei due calciatori davanti alla difesa. Il francese, poi, rallenta qualche volta di troppo la manovra, permettendo spesso e volentieri agli uomini di Juric di riposizionarsi.

Ramsey 5 – Il passaggio illuminante per Chiesa, sull’azione dell’1-0, lo salva da un giudizio che sarebbe molto più severo. Sbaglia praticamente tutto, perde tutti gli scontri fisici ed è il lontano parente del calciatore che a inizio stagione sembrava potesse risolvere molti problemi a Pirlo. Una delusione. (68′ Mckennie 6 – Il texano si vede poco, ma dà una grossa mano in fase di copertura.)

Bernardeschi 6 – Fa il compitino sulla fascia, correndo molto e ripiegando per dare una mano in difesa. Potrebbe osare di più in avanti, ma quando tenta il dribbling fallisce quasi sempre.

Kulusevski 6 – Non è il suo ruolo e si sacrifica. Però crea veramente tanti grattacapi alla difesa scaligera, servendo anche un comodo assist a Ramsey per il 2-0, che il gallese però non concretizza. Forse in determinate occasioni tiene troppo il pallone invece di velocizzare.

Ronaldo 6 – È, come al solito, una sentenza davanti alla porta. Oggi, però, lo si vede meno spesso nel vivo del gioco, anche se richiama spesso i compagni per alzare il pressing. Forse le troppe partite di seguito gli possono togliere un po’ di brillantezza.

Pirlo 5,5 – Le attenuanti ci sono, soprattutto legate agli infortuni. Dopo il gol di Ronaldo, però, ci si aspettava un po’ più di personalità, invece i bianconeri sono quasi annaspati sotto il peso offensivo del Verona. Domani l’Inter può volare a +10 e a questo punto i bianconeri devono guardarsi alle spalle, per conservare il quarto posto.