Juve, cerchi una punta? C'è Suarez low cost!

Juve, cerchi una punta? C’è Suarez low cost!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il calciomercato sta entrando nel vivo e lo sta facendo nel modo più strambo e no sense possibile. A Barcellona, ad esempio, gli animi sono in subbuglio e le idee appaiono molto confusionarie. La notizia che Messi possa quasi certamente andar via a zero ha scatenato il mondo del calcio. Se a questo aggiungiamo anche gli addii di Suárez e Vidal ecco che il cocktail potrebbe diventare letale per i tifosi catalani.

Perché se per il primo caso è stato proprio Messi a chiedere la cessione, per gli altri due è il club blaugrana, nella persona del nuovo mister Koeman, ad aver detto: “Ragazzi, qui non mi servite, non fate parte del mio progetto tecnico”.

Se aggiungiamo anche il mancato rinnovo di Thiago Silva finalista di Champions e le porte in faccia a David Silva e Willian (tra gli altri) ci accorgiamo che il Coronavirus ha essenzialmente sconvolto il mondo del calcio. Con la nuova stagione ormai già alle porte, il tempo per cedere è poco e gli ingaggi spesso faraonici stanno costringendo le società a liberarsi degli esuberi in qualsiasi modo possibile.

SUAREZ ESUBERO? UNA FOLLIA

Come detto prima, a Barcellona è in atto una vera e propria rivoluzione, ma quella presa dal nuovo tecnico è stata una scelta che ha del clamoroso. Un azzardo inconcepibile se si pensa alla caratura di questi due giocatori. Ma se per Vidal la scelta può, in un certo senso, anche essere condivisibile, mettere alla porta uno degli attaccanti più forti e prolifici al mondo è pura follia. Luis Suarez anche in questa stagione in cui ha subito un brutto infortunio è riuscito a segnare ben 21 gol e fornire 12 assist in 36 partite. Numeri da top player assoluto nonostante la carte di identità segni 33 anni.

Ma ciò che è ancora più assurdo è che al momento nessuna big si sia ancora fiondata su questo fior fior di centravanti. I nomi che circolano solo quelli di Ajax e San Lorenzo. Due destinazioni certamente affascinanti per l’uruguagio, ma non sicuramente appagabili per quella che è l’attuale portata del calciatore.

UN’OCCASIONE IRRIPETIBILE

Il “Pistolero” guadagna 15 milioni di euro netti, un ingaggio che certamente dovrà ridursi in qualsiasi squadra voglia trasferirsi. Cifre alte per un classe ’87, è vero, ma se davvero la rescissione consensuale con il Barcellona dovesse andare in porto non bisognerebbe versare nemmeno un centesimo al club catalano. Un assist servito su un piatto d’argento per chi è in cerca di una punta.

E chi al momento ha più bisogno di un centravanti se non la Juventus? I bianconeri hanno fatto più o meno lo stesso discorso a Gonzalo Higuain, dichiarato anche da Pirlo fuori dal progetto. La Vecchia Signora otterrà, nella migliore delle ipotesi, una minusvalenza di 18 milioni, ma era ormai chiaro a tutti che il ciclo del “Pipita” in bianconero fosse agli sgoccioli.

La Juventus deve sostituirlo con un centravanti d’area di rigore. Un uomo che è mancato come il pane quest’anno e che possa fare da spalla a CR7. La Vecchia Signora ha bisogno di una punta da caratura mondiale e i vari nomi fatti in queste settimane non consentono il salto di qualità che Champions.

PERCHE’ SUAREZ E NON DZEKO

Se poi si vuole attuare uno svecchiamento della rosa bisogna farlo con parsimonia e non con scelleratezza (vedi Barcellona). Comprare i giovani non significa forzatamente costruire un futuro roseo, perché se pur giovani bisogna dimostrare di essere da Juventus e di valere quella maglia, presente o futuro che sia.

Il nome di Dzeko in primis non andrebbe di certo di pari passo con quella che sembra la politica societaria volta al ringiovanimento. Inoltre, se facessimo due conti, tra costo del cartellino (15 milioni richiesti dalla Roma) e ingaggio (5 milioni di euro netti a stagione, ovvero 8,8 milioni lordi) il bosniaco verrebbe a costare forse anche di più dell’uruguagio, essendo anche un anno più grande.

Insomma, i presupposti ci sono e ci devono essere per quantomeno tentare l’assalto al “Pistolero”. Cristiano Ronaldo non è eterno e vincere la Champions deve essere un obiettivo concreto e da raggiungere nei prossimi due anni. E chi ti consentirebbe di creare un tridente delle meraviglie che possa far paura a tutta Europa? Al momento soltanto un nome possiede l’identikit perfetto ed è quello di Luis Suarez.

Michele Lettieri

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy