Juventus-Milan, la conferenza stampa di Allegri: che stoccata all’Inter

Juventus-Milan, la conferenza stampa di Massimiliano Allegri. Il commento alla vigilia del match del tecnico bianconero.

Giornata di vigilia per la Juventus. Dopo la conquista della finale di Coppa Italia i bianconeri sono pronti a tornare in campo. Domani pomeriggio, infatti, andrà in scena all’Allianz Stadium Juventus-Milan, una grande classica del nostro calcio.

I rossoneri hanno conquistato cinque punti in più in classifica rispetto alla Vecchia Signora. Per tenere ancora viva la speranza di conquista del secondo posto, dunque, domani servirà vincere. Max Allegri lo sa bene e ha da poco concluso la sua conferenza stampa di presentazione al match. Di seguito le sue dichiarazioni.

Juventus-Milan, la conferenza stampa di Allegri

Max Allegri ha iniziato il suo intervento facendo il punto sullo stato di forma della squadra e ha risposto ad alcune domande sulla formazione.

STATO DI FORMA –Domani sarà una partita bella e importante. Il Milan è una squadra forte e ben allenata: sarà uno scontro diretto. Abbiamo conquistato la finale di Coppa Italia che era un obiettivo”.

BREMER –Bremer ha avuto un problemino a Cagliari ma è quasi recuperato: domani prenderò la decisione finale“.

SCELTE IN ATTACCO –Sia Chiesa che Yildiz stanno bene ma non ho ancora deciso chi giocherà. Chiesa – anche quando si estranea dalla partita – riesce a trovare giocate importanti“.

VLAHOVIC –Il fatto che ambisca a vincere il pallone d’oro credo che sia normale: tutti ambiamo al massimo. Dusan è migliorato molto nel temperamento della partita e di questo sono molto contento“.

La conferenza stampa di Allegri
Allegri, le parole in conferenza (LaPresse) – Spazioj.it

Il tecnico bianconero, successivamente, ha fatto un’analisi a 360° della sua Juventus: dalla stagione di quest’anno fino alla prossima. Non sono mancati, inoltre, i commenti sull’Inter campione d’Italia e sull’Atalanta, fresca finalista di Coppa Italia.

COSA MANCA PER LO SCUDETTO –Tre acquisti basterebbero per lottare per lo scudetto? Sarebbe più giusto che rispondesse la società a questa domanda: il mercato lo fanno loro. Noi non abbiamo ancora raggiunto l’obiettivo della Champions League e siamo concentrati su questo”.

ATALANTA IN FINALE –Io credo che Gasperini abbia fatto e sta facendo un grande lavoro. Oltre alla finale di Coppa Italia hanno anche raggiunto una semifinale d’Europa League“.

VALUTAZIONE STAGIONE –Gli obiettivi raggiunti non sono una mia impresa ma un’impresa di tutti. Tutti gli anni non possiamo vincere però, quando sei alla Juventus, devi avere l’ambizione di ottenere il massimo. Quando non si riesce a vincere – per una squadra italiana – l’importante è giocare la Champions. Se noi riusciremo a qualificarci in questa fase del percorso vuol dire che avremo fatto un buon lavoro“.

VALUTAZIONE INTER –Non so se l’Inter è stata la più forte degli ultimi tre anni. Io quest’anno ho sempre detto che è stata la più forte ma sono stato preso per matto. Giocare senza coppe è stato un vantaggio? Marotta doveva dire questa cosa ma i fatti dicono tutt’altro“.

PROSSIMA STAGIONE –La Juventus partirà con l’obiettivo di vincere il prossimo anno: qua si lotta sempre per ottenere il massimo“.

Max Allegri ha concluso il suo intervento con un un suo personalissimo commento sullo stato di forma del calcio italiano.

CALCIO ITALIANO –Il calcio italiano potrà continuare a crescere: abbiamo due squadre in semifinale d’Europa League e l’Inter ha fatto un’ottima Champions. Noi, comunque, non possiamo sederci: dobbiamo provare ad immaginare il movimento tra 5-10 anni“.

Impostazioni privacy