Spadafora shock: "Quando le terapie intensive erano stracolme ricevevo pressioni dal calcio"

Spadafora shock: “Quando le terapie intensive erano stracolme ricevevo pressioni dal calcio”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il Ministro dello Sport ha parlato ai microfoni di TG2 Post. Queste sono le parole di Vincenzo Spadafora: “Non sono un nemico del calcio, in un momento di difficoltà ricevevo le pressioni dal mondo del calcio, quando le terapie intensive erano stracolme. Oggi il calcio può riprendere: bene che si ricomincia con la Coppa Italia, felice che hanno accolto il mio appello. Il 13 e il 14, poi il 17 giugno. Oggi il calcio riparte in sicurezza e bisogna fare attenzione: non siamo ancora fuori dall’emergenza. Il calcio è una grande passione per gli italiani: non vuol dire trasmettere tutte le partite chiare, ma bisogna trovare una mediazione. Ad oggi non escludo un decreto normativo: io cerco sempre il dialogo, se poi non è possibile mi assumo le mie responsabilità“.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy