Pistocchi senza freni: “Scudetto 2006 giustamente all’Inter, Agnelli non può esporlo”

pistocchi-600x382
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Maurizio Pistocchi, noto giornalista di Mediaset, ha rilasciato un’intervista a fcinter1908.it in cui ha detto la sua su Calciopoli:

Non ci sarà mai la parola “fine” su quello scandalo se non quella dell’avvocato della Juventus, Zaccone, che ha riconosciuto la responsabilità dei dirigenti bianconeri chiedendo una Serie B con penalizzazione: nel 2006 disse che la Juventus rischiava la C2 a causa di quattro illeciti, quindi non ci potrà mai essere assoluzione. Per blandire la tifoseria è stata da subito perseguita la strada della “non colpevolezza” ed estraneità ai fatti: se la Juve e Andrea Agnelli continuano orgogliosamente a esporre scudetti revocati non ci sarà mai soluzione, a meno che non intervenga la FIGC ad impedirlo. Le sentenze di Calciopoli sono atti ufficiali. La Serie A è un condominio con molti inquilini quindi la Juventus non può fare quello che vuole allo Stadium: il palazzo non è della Juve ma di tutti. Sconcerti ha detto che il titolo del 2006 non andava assegnato all’Inter? Sono sconcertato io: quel titolo non è “stato assegnato“, semplicemente è andato alla prima in classifica dopo le penalizzazioni di Juventus e Milan.