Martusciello fa infuriare i tifosi: "Questa Juve potrebbe non vincere subito"

Martusciello fa infuriare i tifosi: “Questa Juve potrebbe non vincere subito”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Un video, circolato nelle ultime ore, ha fatto infuriare i tifosi bianconeri.

Il protagonista della vicenda è Giovanni Martusciello, accusato di aver rilasciato delle dichiarazioni lontane dello “stile Juventus“.

Il vice di Maurizio Sarri, presente ieri allo Juventus Official Fan Club di Ischia, ha parlato del nuovo progetto tecnico della Vecchia Signora, rispondendo in questo modo alle recenti accuse sui risultati fin qui ottenuti:

Avere tutto e subito non è semplice, e se ci soffermiamo al risultato andremo incontro a delle difficoltà enormi, quindi bisogna estraniarsi dal risultato finale, che può essere vittoria o sconfitta come è stato, e cercare di far capire a questi ragazzi che la strada per arrivare alle vittorie deve essere un’altra, che non significa chiaramente vincere nell’immediato“.

Poi, sul confronto con il passato:

Purtroppo abbiamo ereditato una squadra ultravincente e non è facile intervenire in maniera netta, dobbiamo confermare quanto di buono hanno fatto i nostri predecessori, ma dobbiamo farlo attraverso un’idea. Non è semplice avere dei risultati nell’immediato. Non c’è una data fissa, non si può dire tra un mese, tra due mesi, tra cinque mesi o tra otto mesi, però c’è grande disponibilità da parte dei ragazzi. Si stanno facendo delle cose che prima non si facevano, perché non si riuscivano a comprendere bene. A sprazzi vengono delle prestazioni dove bisogna cercare di portare l’idea comune in quella direzione. Ecco perché a volte si riesce e a volte meno”.

Simone Nasso

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy