Massimiliano Allegri: “Penso che non sia da buttare quello che faccio”

Massimiliano Allegri
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Al termine del Derby della Mole, il tecnico bianconero è stato intervistato dagli opinionisti di Sky Sport. Ecco quanto dichiarato da Massimiliano Allegri al termine del match fra Juventus e Torino:

“Abbiamo trovato meritatamente il goal del pareggio, peccato aver regalato l’1-0, ma nel secondo tempo non gli abbiamo concesso un tiro in porta. Felice di aver fatto giocare giovani come Kean e Pereira. Superga fa parte della storia del calcio, giusto commemorare questa tragedia. Fare l’allenatore è molto difficile, senti addosso l’obbligo di portare risultati. Rispetto le idee di tutti, è giusto che esistano le critiche, ma vorrei far capire che non è facile come si pensi. Con l’Ajax abbiamo perso lucidità in seguito ad un goal fortuito. Abbiamo avuto più paura di quanto avremmo dovuto averne. Le pretese fanno parte del gioco, però bisognerebbe fare un passo indietro e contestare meno. Onestamente penso che non sia da buttare quello che faccio, ho vinto cinque campionati e conquistato due finali di Champions. Quella coppa è un obbiettivo difficilissimo da raggiungere, non andava dato per scontato a inizio stagione.”

Alessandro Zanzico