Ciao mamma guarda come mi diverto

Ciao mamma guarda come mi diverto


Si diverte e fa divertire.
E poco importa se qualche imbecille lo insulta con qualche buu razzista o il padre parla di trattori mancanti, lui giustamente continua dritto per la sua strada.
Continuando a rispondere sul campo, con l’unica cosa che gli riesce meglio.
Giocare, puntare l’avversario, mirare la porta per poi segnare gol.
Moise Kean diventa sempre più un fattore di questa Juventus.
Il suo momento d’oro continua a gonfie e vele.
Se poi decidi un Juve-Milan in rimonta…

Kean is on fire

Un gol ogni 47 minuti.
Un record nei primi 5 campionati europei.
Quello di questa sera è il gol numero 5 in questa Serie A.
Dalla gara interna contro l’Udinese con la maglia da titolare festeggiata con una doppietta, il talento italiano non si è praticamente più fermato.
Perché per Kean che sia la prima scelta oppure subentri cambia davvero poco.
Lo ha dimostrato decidendo una partita ostica contro l’Empoli, lo ha ribadito questa sera sancendo la rimonta finale contro un ottimo Milan.
Come in bianconero così in azzurro con la Nazionale, al suo debutto gol con Finlandia prima e Liechtenstein poi.
Gli inglesi definirebbero questo momento d’oro con Moise Kean is on fire.
E niente spiega meglio quanto bene stia facendo questo ragazzo.

Kean punta l’Ajax

Immaginate se avesse centrato la porta anche contro l’Atletico Madrid.
Perché anche contro i Colchoneros ci è andato vicinissimo.
La fortuna aiuta gli audaci.
E Kean ha dimostrato di esserlo: ha atteso il suo momento con pazienza ed è esploso quando è stato chiamato in causa, con tutta la sua voglia di spaccare il mondo.
Di questo giovane piace la sua fame, la sua mentalità e il suo farsi trovare sempre pronto.
Di lui piace che sia italiano ed il nostro calcio ha bisogno di questi talenti pronti a solleticare i palati più sopraffini.
Un fisico mostruoso che mette in difficoltà anche i difensori più esperti.
Ed una tecnica che quando può mettere in mostra, scatena gli applausi dei suoi tifosi.
Se il colpo di tacco al volo contro l’Udinese non è stato apprezzato molto da Massimiliano Allegri perché fine a se stesso, quel tunnel a Musacchio per saltare l’uomo è stato apprezzato e parecchio.
Altro gol che certifica il suo talento e fa aumentare i suoi di sogni e la sua consapevolezza nei propri mezzi.
Il prossimo obiettivo? Diventare protagonista anche in Europa.
Magari a passi di danza e esclamare Ciao mamma guarda come mi diverto.
Next stop Amsterdam Arena!