Sarà rivoluzione in difesa?

Sarà rivoluzione in difesa?


I bianconeri non possono non avere un occhio di riguardo per il proprio reparto difensivo: l’età media è molto alta e i bianconeri, maestri nella programmazione e nella lungimiranza, stanno già organizzando il blocco arretrato del futuro, tra novità e certezze assolute del panorama calcistico europeo.

Il primo nome che rimbalza tra le notizie recenti pare essere quello del brasiliano Filipe Luis: il laterale sinistro, seppur non più giovanissimo coi i suoi 33 anni, sarebbe un rinforzo più che gradito per Allegri, che avrebbe così a disposizione una fascia sinistra di tutto rispetto ed al pari con l’efficacissima catena di destra composta da De Sciglio e Cancelo. Il brasiliano porterebbe ulteriore esperienza europea a questa Juventus già stellare e potrebbe diventare un nome caldo qualora Spinazzola non dovesse convincere totalmente; l’altro sogno sempre brasiliano, Marcelo, non sembra del tutto improponibile, ma le richieste di ingaggio e quelle del Real Madrid potrebbero risultare esagerate.

Altro nome che sta prendendo corpo in questi giorni è quello di Jean Clair Todibo, 18enne del Tolosa in scadenza a giugno e quindi trattabile ad un prezzo “di saldo”. Il giovane arriverebbe chiaramente a ricoprire il ruolo di ultima scelta nel mazzo di Allegri, ma con dei maestri del calibro di Chiellini e Bonucci davanti avrebbe solo da imparare. Il suo arrivo potrebbe compensare l’addio di un altro difensore, Mehdi Benatia: per il marocchino forte l’interesse di Borussia Dortmund e Schalke04. Non solo Todibo: i bianconeri non mollano la pista De Ligt, anche se per questo discorso sarebbe più ipotizzabile un trasferimento in estate: 60-70 milioni il costo del cartellino, con Barcellona e City sempre alla finestra.

ULTIME NOTIZIE