Chiusura curva Juve, l'avvocato Chiappero: "Disparità di trattamento. Chi non ha colpa, non deve pagare"

Chiusura curva Juve, l’avvocato Chiappero: “Disparità di trattamento. Chi non ha colpa, non deve pagare”


La Juventus presenterà ricorso contro la chiusura per un turno della curva dello Stadium a causa dei cori razzisti nei confronti del Napoli nell’ultimo match disputato a Torino. L’avvocato della Juventus Chiappero ha spiegato così le proprie motivazioni: “La contraddizione di questo ricorso è che non vi sarebbe ragione per difendere frasi e gesti che nessuno di noi vorrebbe vedere o sentire, ma la sanzione è pur sempre insopportabile a sua volta quando manifesta una disparità di trattamento tra Juventus e le altre società. È forse ora di cambiare passo. Non credo che la responsabilità oggettiva per le società a causa dei i cori razzisti e territoriali sia un buon metodo per punire ciò che davvero deve essere sanzionato. Sarebbe ora di punire i singoli autori di comportamenti sbagliati. Sarebbe ora di applicare la responsabilità individuale, almeno laddove la tecnologia lo consente, come nel caso dell’Allianz Stadium. I moderni sistemi ci consentono di individuare chi mal si comporta all’interno dello stadio e grazie a questa possibilità si potrà individuare chi non è gradito nello stadio. Chi non è gradito non entrerà più perchè non rappresenta Juventus. Che non è di nessuno, ma di tutti, anche di coloro che nel settore che è stato sanzionato risparmiano e si privano di altro per vedere la loro squadra. Ed hanno il sacrosanto diritto di vederla. Chi non ha colpa, non deve più pagare