Barzagli, garanzia ed esperienza per la Juventus di Allegri

Barzagli, garanzia ed esperienza per la Juventus di Allegri


Monumentale. Se si potesse definire con una parola la prestazione di ieri sera di Andrea Barzagli, questa sarebbe la parola più giusta. Dopo aver ricevuto l’onore di indossare la fascia di capitano, ha guidato la sua squadra al successo. Nella difesa a tre, con Bonucci e Benatia, Andrea è stato una sicurezza. Insomma, non ci scordiamo che Barzagli è pur sempre un Campione del Mondo ed unico reduce di quel 2006. La Juve, nonostante la su età avanzata, può contare su di di lui, dentro e fuori dal campo.

BARZAGLI, LA ROCCIA BIANCONERA

Massimiliano Allegri ieri sera ha optato per la difesa a 3. Con l’assenza di Chiellini e di altre pedine, il tecnico ha ritenuto opportuno un cambio di modulo. Ecco che la scelta su un uomo di esperienza in campo è ricaduta su Barzagli. Nella conferenza stampa post Bologna, Allegri risponde ad una domanda Barzagli così: “Purtroppo Barzagli ha 37 anni, ma è un giocatore di un’altra categoria”.

Andrea ieri, dopo aver spento le ‘candeline‘ per la 200 presenza in Serie A con i bianconeri, ha rispettato i pronostici. Non si è limitato solo a svolgere il suo compito nel reparto arretrato. Il difensore ha lottato, si è proposto in attacco e in sovrapposizione quando Cuadrado andava in difficoltà. Una prestazione da applausi quella di ieri, applausi che ha ricevuto infatti dai tifosi dello Stadium. La roccia bianconera è sicuramente una garanzia sul campo, ma può essere anche un ottimo ‘uomo spogliatoio’ capace di poter aiutare la squadra nei momenti di difficoltà.

Insomma, bisogna ammetterlo: Barzagli è un calciatore di un’altra categoria.

Andrea Bargione