Sogno di un mercato di mezza estate...

Sogno di un mercato di mezza estate…


Le temperature glaciali degli ultimi giorni ed il clima elettorale di queste ore non aiutano. Immaginarsi però quello che potrebbe regalare il prossimo mercato estivo in termini di emozioni è ancora troppo difficoltoso. I tifosi bianconeri attendono molto spesso impazienti la fine del campionato, non solo per tirare le somme di una stagione possibilmente trionfale, ma anche per vivere l’attesa dei grandi colpi marottiani.

La Juve è una società programmatrice. Siamo ormai abituati a vedere gli scout bianconeri sparare le proprie cartucce di mercato quando ancora le spiagge romagnole non sono così affollate. A inizio luglio la nuova stagione entra nel vivo e Allegri ha già a disposizione dei nuovi rinforzi da poter testare e collaudare. Non solo arrivi, ma anche cessioni. Con i tifosi bianconeri molto spesso a scongiurare papabili partenze, pregando che la fine del mercato arrivi presto.

Un mercato più corto

La chiameremo “rivoluzione di agosto”. Quella di un mercato più corto, più coerente e più moderno. È stato lo stesso commissario straordinario di Lega Giovanni Malagò ad annunciarlo ieri in una mini conferenza stampa dopo una riunione fiume. Il numero uno del Coni è entrato a gamba tesa in un solo pomeriggio nel tavolo della Serie A, scardinando uno dei pilastri federali degli ultimi anni.

Il prossimo mercato estivo si chiuderà il 18 agosto, ben prima dell’inizio di campionato programmato per il giorno dopo. Dunque, mai più partite in piena sessione di calciomercato. Mai più insicurezze per i club che si ritrovano un giocatore esordire in campionato con una maglia, per poi trovarsi il giorno dopo ad allenarsi con un’altra. Mai più difetti di programmazione per le stesse squadre, le quali scelgono di puntare su un determinato gruppo di lavoro, per poi assistere ad uno sfaldamento a campionato già in corso. Mai più ansie per i tifosi che temono di perdere il proprio pupillo dopo 3 giornate già giocate con quella maglia. Tutti incubi di notti estive inoltrate che si trasformano in un sogno di mercato di mezza estate.