Cara Juve, le ultime novità su Emre Can non ti piaceranno...

Cara Juve, le ultime novità su Emre Can non ti piaceranno…


La telenovela è arrivata nel punto esatto in cui il maggiordomo si trasforma in perfetto omicida. E tu, proprio in quell’istante, vai a ricordarti di tutti i minimi dettagli che dopo assumono tutt’altra rilevanza. “Lo sapevo, io”, ecco, tipo una carrellata di queste frasi qui. Protagonista? Emre Can e la sua particolarissima avventura alla Juve. Ancora non iniziata, forse mai in grado di decollare davvero.

LA SITUAZIONE

La Juve un po’ si sta preoccupando. Il giusto, sia chiaro: perché Can non cambia la vita del Liverpool, figurarsi quella dei bianconeri. Il contratto però è stato spedito con un francobollo di piena fiducia, soprattutto dopo l’ultimo colloquio tra Marotta e l’entourage del giocatore: c’erano i sì, non ancora le firme. Storie di fine gennaio e inizio febbraio, storie che però non sono ancora cambiate.

Benché il procuratore del tedesco abbia sempre dato picchi di certezze, la vicenda non ha mai assunto i connotati giusti: ossia quelli che certamente porterebbero il centrocampista in bianconero. Motivi? Il Liverpool, in primis: che spinge, e forte, per il rinnovo. Klopp non si è mica arreso. Così come il Bayern Monaco e il Manchester United. Attenzione pure al City di Guardiola: a zero un giocatore così fa gola a tutte. Soprattutto a chi gli può garantire il mondo intero.

 

CHI BUSSA IN PREMIER?

No, l’Arsenal pare non sia contemplata: l’addio di Can sarà tale a patto che approdi in una squadra che gli dia concreta possibilità di vincere la Champions. Stesso pensiero di Hector Bellerin, se ci si pensa: con i Gunners la storia può concludersi a stretto giro. Indovina chi c’è? Fabio Paratici, immenso estimatore del terzino biancorosso. Con gli addii certi di Lichtsteiner e Asamoah, con la concreta possibilità di vedere andar via Alex Sandro, il nome altisonante su cui si sta ripiegando è proprio quello dello spagnolo. Eh, mica male. Ma va preso in fretta e furia. Senza badare al portafogli.