Emre Can, il nuovo Khedira. E Allegri non vede l'ora di averlo

Emre Can, il nuovo Khedira. E Allegri non vede l’ora di averlo


Emre Can-Juventus, un matrimonio che ormai è a un passo dall’ufficialità. Il centrocampista tedesco ha raggiunto l’accordo con i bianconeri, e sembra non voler prendere in considerazione altre offerte. E Allegri si sfrega già le mani.

EMRE, IL NUOVO SAMI

Per caratteristiche fisiche e tecniche, non può passare inosservata la grande somiglianza tra Emre Can e Sami Khedira. Entrambi tedeschi ma di chiara origine turca, i due sembrano uno la copia più giovane dell’altro. Grandi recupera palloni dalla chiara dote tattica, non disdegnano gli inserimenti in fase offensiva e, spesso, si ritrovano a tu per tu con i portieri avversari. Certo, non si può avere tutto dalla vita, e i due peccano un po’ in zona gol, ma tutti gli allenatori sognano di avere giocatori del genere a disposizione. E Allegri potrebbe averli entrambi nella propria rosa. Tutto sta nella scelta di Khedira se continuare in bianconero o tentare una nuova avventura. Certo è che, se dovesse rimanere, diventerebbe il maestro di Emre Can, il quale ne gioverebbe assolutamente.

POSIZIONE TATTICA

Come detto, il ruolo naturale di Emre Can è proprio quello di Khedira: mediano d’inserimento, preferibilmente in un centrocampo a tre. Ma, si sa, Allegri è un allenatore a cui piace stravolgere i vari ruoli. Secondo l’allenatore toscano, infatti, i moduli non sono nient’altro che numeri: ogni giocatore deve sfruttare le proprie caratteristiche, in qualsiasi sezione del campo si trovi. Ed ecco che Emre Can potrebbe diventare anche un regista basso, o potrebbe anche convivere con lo stesso Khedira nel centrocampo a due. Voci, inoltre, dicono che Allegri sarebbe stuzzicato dall’idea di provarlo come terzino destro. In pratica, un vero jolly per la Juve sta arrivando. E Allegri non vede l’ora di averlo a disposizione.

eva

Simone Calabrese

ULTIME NOTIZIE