Pirlo a Sky: "Pjanic il mio erede. Allegri non ha uno schema fisso, ma si adatta ai giocatori"

Pirlo a Sky: “Pjanic il mio erede. Allegri non ha uno schema fisso, ma si adatta ai giocatori”


L’ex giocatore di Inter, Milan e Juventus, Andrea Pirlo, ha parlato di svariati temi a Sky Calcio Club, dicendo la sua sul momento in casa bianconera. Su Pjanic in particolare e su Massimiliano Allegri.

ECCO LE PAROLE DI PIRLO RILASCIATE A SKY:

Le sue parole su Massimiliano Allegri e sul match contro il Cagliari:  “Non ha uno schema fisso, ma si adatta ai giocatori che ha a disposizione e anche alla squadra che gioca contro. È una grande capacità quella di poter cambiare adattandosi alla squadra. Col cambio tattico effettuato a Cagliari ha avuto ragione un’altra volta. L’ingresso di Douglas Costa ha determinato il vantaggio della Juventus. I bianconeri erano partiti bene, col piede giusto e volevano chiuderla già nei primi 20 minuti. Quando accelerano fanno paura. Poi il Cagliari ha preso le misure giuste.  Nel complesso è stata una partita giocata alla pari, la squadra di Lopez si è difesa bene e ha cercato anche di ripartire. La Juve voleva far la partita e chiuderla velocemente, come detto, ma non ci è riuscita. Secondo me è mancata un po’ negli ultimi 20 metri la scelta dell’ultimo passaggio, poteva far meglio e quindi ha fatto fatica a trovare la soluzione finale”.

Pirlo, poi, incorona come suo erede il centrocampista bianconero Miralem Pjanic:  “È quello che più si avvicina in questo momento. Sta facendo molto bene, è migliorato tanto rispetto all’anno scorso. Adesso ha trovato il suo ruolo ideale come caratteristiche, lo sta interpretando benissimo. L’unico che riesce a guardare in avanti e non sempre a passare la palla dietro, colui che verticalizza e che riesce a cambiare gioco quando è necessario. Con il centrocampo a 3 fa il centrale, mentre a 2 fa più fatica. Anch’io preferivo giocare con due uomini ai lati, andavo a cercare le zone più libere e più scoperte per ricevere palla”.

Loading...